Come insegnare ballo ai bambini

Si sa quanto ai bambini piaccia ballare o semplicemente muoversi al ritmo della musica senza preoccuparsi di chi li guarda o di andare fuori tempo. Ballando i bambini si divertono ma allo stesso tempo esprimono le loro doti artistiche e le loro potenzialità. Insegnare ballo ai bambini quindi può essere sia un momento ludico che educativo fornendo loro la giusta disciplina. Seguite la nostra guida e di sicuro vi divertirete anche voi al ritmo di musica.

Per insegnare il ballo ai bambini dovete necessariamente sistemarvi in una stanza ampia a seconda del numero dei piccoli e che sia adatta ad accogliere il target a cui vi state rivolgendo: i bambini. Quindi rendetela bella, festosa, allegra e illuminatela con la luce di tanti colori. I bambini non potranno che apprezzare. Assicuratevi che il pavimentonon sia troppo scivoloso. In questo modo eviterete che i bimbi possano farsi male accidentalmente. Inoltre avrete bisogno sia voi che loro, di indossare un abbigliamento comodo per sentirvi più liberi di muovervi liberamente e senza costrizioni. Assicuratevi inoltre di coinvolgere tutti i bambini presenti, anche quelli più timidi. Solo così sarete sicuri che tutti si divertiranno e magari, prima di iniziare il ballo se il gruppo di bambini non si conosce tutto, create un momento di presentazione dove tutti potranno sentirsi a proprio agio.

Ora potete cominciare il vostro insegnamento con una prima fase di riscaldamento. Solitamente si chiede ai bambini di marciare sul posto oppure di fare dei piccoli saltelli sempre sul posto chiudendo ed allargando le gambe. Questo movimento può essere accompagnato anche dall’apertura e dalla chiusura delle braccia. Questa fase può essere accompagnata da una musica di sottofondo che deve essere ben diversa dalla musica che metterete per la coreografia che avete preparato. Insegnate ai bambini un passo di danza alla volta accompagnati dal ritmo vocale di richiamo di battute da 1 a 8. I bambini contando assoceranno il passo che devono fare.