come insegnare le tabelline ai bambini

Per un bambino che si approccia per la prima volta con le tabelline può essere difficile tenere in mente tutta questa serie di numeri che ai suoi occhi può sembrare infinita. Questo comporta il rischio che il piccolo si scoraggi e di conseguenza non riesca ad imparare tutte le tabelline dallo 0 fino a quella del 10. Anche se ci sono delle tabelline più facili da ricordare, ad esempio fino alla tabellina del 5, è sempre meglio avere un metodo da seguire per imparale tutte. Vediamo quindi qual è il metodo migliore per insegnare le tabelline ai bambini.

Uno degli stratagemmi migliori per imparare le tabelline è utilizzare le dita delle mani. Procedete in questo modo facendo corrispondere ad ogni dita un numero: al mignolo corrisponderà il numero 6, all’anulare il numero 7, al medio il numero 8, all’indice il numero 9. Questo vale per entrambe le mani.

Una volta capito questo provate ad eseguire una tabellina ad esempio 8 x 7. Mettete in contatto le due dita che corrispondono a questi due numeri: dalla mano sinistra il medio che corrisponde al numero 8 e dalla mano destra l’anulare che corrisponde al 7. Fateli toccare con la punta.

Ora contate tutte le dita che si trovano al di sotto delle due dita che si toccano, che dovranno essere comprese, e sommatele tra di loro. Avrete in questo caso 5 dita che rappresentano le decine. Ora le dita delle mani che restano sopra dovranno essere moltiplicate tra loro. In questo caso avremo due dita da un lato e tre dall’altra che moltiplicate tra loro viene fuori il numero 6. Queste sono le unità.

Mettendo insieme le 5 decine e le 6 unità avrete il risultato esatto della moltiplicazione 8 x 7.

È inutile quindi insistere ad insegnare le tabelline ai bambini solo ripetendo a memoria le informazioni. I bambini hanno bisogno di capire e di apprendere un metodo per far sì che tutto ciò che imparano nella scuola primaria venga capito senza problemi.