come integrare i probiotici

I probiotici sono batteri “amici” della vostra salute intestinale e generale. Il tuo corpo ha bisogno di questi batteri per mantenere il sistema digerente sano ed efficiente. Mangiare alimenti probiotici aiuta a ripristinare l’equilibrio naturale dei vostri batteri intestinali ed a  trattare i problemi digestivi che vanno dalla stitichezza alla diarrea. Questi alimenti possono anche contribuire a ridurre il gonfiore addominale e la flatulenza causata dalla sindrome dell’intestino irritabile e i sintomi associati con l’intolleranza al lattosio. Inoltre, i probiotici sono utili anche quando, prendendo antibiotici, che tendono a uccidere i batteri buoni e cattivi indiscriminatamente, riducono la quantità di batteri buoni nell’intestino. I probiotici sono benefici per il sistema immunitario e possono anche aiutare a prevenire le allergie e gli eczemi. Vediamo insieme allora come integrare i probiotici:

lo yogurt grazie ai suoi fermenti vivi è uno dei migliori alimenti probiotici. Aiuta la digestione e promuove un ambiente sano di microorganismi nel tratto digestivo. Si possono mangiare un paio di tazze di yogurt al giorno. Al momento di scegliere lo yogurt probiotico, assicuratevi di leggere attentamente le etichette degli ingredienti ed evitare i prodotti carichi di fruttosio, sciroppo di mais e dolcificanti artificiali. Preferibilmente, optare per lo yogurt bianco e aggiungere i frutti preferiti. Il kefir  è un altro prodotto caseario fermentato contenente una varietà di batteri probiotici, in particolare lattobacilli e bifidi. Il miso è un prodotto a base di soia fermentata, che è anche ricco di vitamine del complesso B, ferro, calcio, magnesio, zinco e antiossidanti protettivi. Aggiungere il miso a zuppe, stufati o altri piatti a crudo.