come integrare lo zinco

Lo zinco è un importante minerale che è utile per il corpo in molti modi, esso è essenziale per la divisione cellulare e favorisce la crescita e lo sviluppo normale durante la gravidanza, l’infanzia e l’adolescenza. Inoltre aiuta nella sintesi del DNA, il processo di espressione genetica, il funzionamento del sistema immunitario, nella sintesi proteica e serve a metabolizzare i carboidrati per convertirli in energia. Anche se lo zinco è essenziale per una buona salute e il funzionamento del corpo, la sua carenza è prevalente nei bambini piccoli, nelle donne incinte, nelle madri che allattano e negli anziani. La causa principale della carenza di zinco è l’alimentazione insufficiente, ma può anche dipendere da diversi disturbi. Cerchiamo di capire insieme allora, qualora fosse necessario, come integrare lo zinco:

lo zinco è essenziale per il sistema immunitario  e la sua carenza può causare un indebolimento delle difese. Le persone che hanno carenza di zinco sono più a rischio di infezioni, come il comune raffreddore e l’ influenza . I bambini piccoli e le persone anziane, che di solito hanno basse difese immunitarie, devono prestare particolare attenzione a mangiare cibi ricchi di zinco. La carenza di zinco contribuisce anche a una maggiore tendenza agli episodi di diarrea, così come una riduzione dell’ appetito, una scarsa crescita nei bambini, un diradamento dei capelli, unghie fragili, ossa fragili, problemi di pelle ed umore depresso. Fortunatamente questa carenza è facilmente riscontrabile con apposite analisi e può essere corretta utilizzando degli integratori di questo minerale, ma soprattutto integrarlo con l’ alimentazione corretta. Gli alimenti ricchi di zinco, da preferire nella propria alimentazione sono: carne rossa, pollame, uova, ostriche, granchi, aragoste e altri frutti di mare, legumi, frutta secca, semi di sesamo e semi di zucca, cereali integrali e prodotti lattiero-caseari come latte e formaggio e basso contenuto di grassi.