Come lavare i denti

Lavare i denti in maniera accurata è fondamentale non solo per assicurarsi un magnifico sorriso ma anche per preservare la salute della nostra bocca. Lavare i denti correttamente è infatti fondamentale per l’igiene di tutta la bocca e per preservarne la salute.

Prima di vedere come lavare i denti in modo corretto è bene sfatare alcuni “miti” del tutto errati sulla corretta igiene orale. In molti ritengono, ad esempio, che i bambini debbano iniziare a lavarsi i denti intorno ai 6-7 anni, mentre in realtà la cura dell’igiene orale deve iniziare già intorno ai 2 anni. Bambini che non vengono abituati sin da piccolissimi a curare la propria igiene orale e lavarsi regolarmente i denti 3 volte al giorno hanno molte più possibilità, da adolescenti e da adulti, di soffrire di problemi sia ai denti che alle gengive.

Un’altra convinzione del tutto errata è quella secondo la quale i denti vanno lavati solo di sera; niente di più sbagliato visto che durante tutto il giorno i batteri proliferano e possono arrecare danno allo smalto e alle gengive.

Sfatate queste errate convinzioni, vediamo quindi come lavare i denti in modo corretto e assicurarsi così una bocca sana.

 

Come lavare i denti: le tecniche migliori

La prima cosa da ribadire è che i denti vanno lavati almeno 3 volte al giorno, ovvero sempre dopo i pasti principali. Fermo restando questo se si mangiano caramelle, dolci o alimenti ricchi di zucchero è bene spazzolarli ulteriormente in modo tale da evitare un rafforzamento dei batteri nella bocca e quindi prevenire un possibile attacco allo smalto.

Per quanto concerne lo spazzolino, oggi in commercio ce ne sono di moltissimi tipi; generalmente i dentisti consigliano di utilizzare lo spazzolino elettrico, in quanto sembra che questo sia in grado di ridurre maggiormente la carie. Ottimo è, però, anche lo spazzolino manuale, specialmente quelli con setole di media lunghezza e capaci di raggiungere, in virtù della particolare conformazione della testina, anche gli angoli più remoti della nostra bocca.

Per lavare i denti in modo corretto è bene spazzolarli accuratamente, facendo però attenzione a non irritare le gengive; per eliminare la placca si consiglia di effettuare i movimenti spostando il polso e non tutto il braccio, così da avere un controllo maggiore sui movimenti che, di conseguenza, risulteranno molto più precisi.

Il corretto movimento dello spazzolino è per molti esperti fondamentale, al punto che il tipo di dentifricio utilizzato sarebbe addirittura ininfluente per la corretta pulizia della nostra bocca.

Tutti sanno che la placca tende ad accumularsi al colletto dei denti e negli spazi interdentali, oltre che nella parte posteriore della superficie masticante; per tale ragione è bene pulire con attenzione queste “aree”, mentre le altre parti dei denti beneficiano della pulizia “naturale” delle guance e della lingua.

 

Come lavare i denti: spazzolare i denti posteriori e anteriori

Per lavare bene i denti posteriori dovete cercare di inserire lo spazzolino in maniera verticale nella bocca, andando ad appoggiarlo sulle corone dei denti posteriori ed eseguendo un solo movimento secco verso l’esterno, ovvero dall’alto in basso per l’arcata superiore e dal basso verso l’alto per l’arcata inferiore, in modo tale da eliminare la placca. Non è necessario spazzolare a lungo in quanto sono sufficienti pochi colpi secchi e precisi.

Questa operazione deve poi essere ripetuta sia per la superficie vestibolare dei denti sia per quella linguale, oltre, naturalmente, per la superfice masticante dei denti.

La tecnica appena esposta è molto efficace ma non può essere applicata per i canini e gli incisivi, denti particolari per i quali dovete procedere in maniera diversa; inserite lo spazzolino lungo lasse dei denti ed effettuate un unico movimento dall’alto verso il basso per i denti dell’arcata superiore e dal basso verso l’alto per i denti dell’arcata inferiore.

Per pulire la superficie esterna dei denti si consiglia di effettuare un movimento rotatorio e di spazzolare per almeno 2-3 minuti; non usate troppo dentifricio e ricordate sempre di usare il filo interdentale per eliminare eventuali residui, mentre il colluttorio non deve essere usato tutti i giorni in quanto a lungo andare la clorexidina potrebbe macchiare i denti.

In ultimo, molto importante è anche spazzolare la lingua, in quanto in questo modo si eliminano i residui alimentari, i funghi, i batteri, aiutando a prevenire la carie e la paradentite, una particolare infiammazione che indebolisce i denti.