come lavare la frutta

Lavare la frutta potrebbe sembrare l’ operazione più banale da dover compiere, ma per molte persone purtroppo non è così, vuoi per pigrizia, vuoi perchè si è sempre di corsa, talvolta si finisce per non lavare la frutta, pensando che infondo non ci sia nulla di male e che magari, basterà non mangiare la buccia per non aver problemi, ma in realtà, a meno che non si tratta di frutta rigorosamente biologica, è sempre opportuno lavare la frutta e farlo con cura in quanto la frutta che solitamente compriamo al mercato o presso i supermercati è trattata con pesticidi, diserbanti ed altre sostanze dannose per l’ uomo, che quindi bisogna cercare di rimuovere per assaporare la frutta in tutta tranquillità e giovare dei suoi aspetti positivi nutrizionali. Vediamo allora come lavare la frutta:

in commercio è possibile trovare dei prodotti appositi per la pulizia della frutta, ma ne sconsigliamo l’ uso, se non strettamente necessario, in quanto questi prodotti a loro volta contengono sostanze dannose per la salute e sono inquinanti per l’ ambiente, preferite pertanto metodi naturali ed efficaci. Sembrerà strano ma già la sola immersione della frutta in acqua può fare molto e rimuove gran parte di sostanze nocive per la salute, ma se vogliamo esser ancora più sicuri perchè magari la frutta in questione dovrà esser mangiata da donne in dolce attesa o da bambini, aggiungere all’ acqua una parte acida, come del succo di limone o dell’ aceto di vino, garantirà una pulizia molto più efficace della frutta, uccidendo anche eventuali muffe. In aggiunta a questa soluzione per ottenere dei risultati ottimali, anche per quanto riguarda batteri ed insetti, è possibile aggiungere qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio o una manciata di sale, che potrete anche sfregare delicatamente direttamente sulla frutta per ottenere una certa “esfoliazione”. Non dimenticate, soprattutto se aspettate un bambino, di lavare anche quella frutta che sull’ etichetta porta la scritta “pre-lavata”, un ulteriore lavaggio fatto con le proprie mani avrà sicuramente un’ altra valenza.