Come lavare tutte le tipologie di pavimenti in pochi passi

È uno di quegli aspetti riguardanti la vita quotidiana che tutti sembrano dare per scontato, eppure nemmeno i maniaci delle pulizie più accaniti possono dirsi del tutto perfettamente istruiti su come lavare i pavimenti di casa. Proprio così: anche un’azione considerata così semplice da compiere può nascondere alcune piccole insidie e segreti. Pulire bene casa con i detergenti adatti è molto importante dal punto di vista dell’igiene, ma non tutti sanno come lavare i pavimenti, anche perché i materiali da trattare, a seconda dei casi, possono richiedere tecniche e detersivi differenti.

Non bisogna dimenticare poi il fatto che lavare i pavimenti può essere un’attività assai stancante, quindi meglio farlo bene in modo che il risultato finale sia ampiamente soddisfacente. Come prima cosa, è necessario rimuovere ogni sorta di ostacolo che possa intralciare le operazioni di pulizia, quindi cestini, lenzuola o piumoni toccanti terra, e via dicendo. Poi bisogna passare accuratamente, soprattutto negli angoli, la scopa o l’aspirapolvere in modo da raccogliere ogni granello di polvere e di sporcizia. Fatto questo, si passa al lavaggio vero e proprio: preparare quindi due secchi, uno con acqua e detersivo e uno con sola acqua pulita, dove si andrà di tanto in tanto a sciacquare lo straccio sporco. Ricordarsi di strizzare sempre molto bene lo straccio e di non passare mai sopra la superficie bagnata con i piedi.

Per asciugare il pavimento è sufficiente lasciare le finestre di casa aperte, oppure dare una passata con una spugna assorbente. Se notate la presenza, in controluce, di aloni sul pavimento, allora è necessario ripetere i passaggi sopra descritti. Un consiglio importante su come lavare i pavimenti in parquet è quello di strizzare molto bene il panno prima di procedere con il lavaggio, questo perché un quantitativo eccessivo di acqua potrebbe danneggiare la delicata superficie in legno. In caso di parquet opachi, è bene ricordarsi di passare periodicamente un po’ di cera protettiva. Il passaggio finale consiste sempre nel sciacquare bene il panno, magari mettendolo in lavatrice insieme ad altri panni sporchi onde evitare che la volta successiva possano sprigionarsi cattivi odori mentre si lavano i pavimenti.