Come lavare una trapunta

Le trapunte  per il letto sono state le nostre amiche migliori quando il tempo era ballerino, ma  ora certamente, con il caldo è arrivato il momento di fare il cambio di stagione e di metterle, almeno per qualche mese fuori uso. Certamente non possiamo conservarle sporche e con il rischio che si formino tarme  e cattivi odori. Vediamo insieme allora come lavare una trapunta:

molte persone decidono  di portare le trapunte a  lavare in lavanderia ma  questa operazione chiaramente ha un costo e comunque non è necessaria, possiamo  lavare la nostra trapunta tranquillamente  in casa, l’ importante è procedere con cautela e testare una piccola parte non in vista, poi se va bene, procederete al lavaggio di tutta la trapunta.

Se avete una lavatrice bella capiente  e la vostra trapunta è di buona  qualità  e quindi piuttosto resistente, utilizzatela pure, a patto che adoperiate la lavatrice con acqua fredda impostandola  sul ciclo delicato  ed utilizziate poco sapone, meglio se delicato.  Quando  avrete terminato il lavaggio, si consiglia di esporla per bene  al sole  almeno un’ intera giornata, in quanto se  dovesse restare umida, la  trapunta  potrebbe  poi generare muffe e cattivi odori.

 

Se preferite lavarla  a  mano, avete necessariamente bisogno di una vasca da  bagno, nella  quale tenere in ammollo la vostra  trapunta in acqua e sapone  ed eventualmente spazzolare le zone di sporco più ostico.

Infine, potrete scegliere di “lavarla” a  secco procedendo prima  a spazzolare la trapunta, poi per un lavaggio a  secco più  accurato potrete  cospargere la trapunta con della polvere di bicarbonato  di sodio  che lascerete agire per almeno un’ ora. Trascorso il tempo utile potrete passarci  sopra  l’ aspirapolvere  ed otterrete in pochissimo tempo una trapunta igienizzata!