Come lucidare la bigiotteria

I bijoux  sono tutti  monili di scarso valore che accumuliamo nel corso degli anni, come  alternativa  a gioielli di maggior valore, realizzati in oro, argento e/o pietre preziose.

Questi monili, ai quali  poi si finisce per affzionarsi, sono molto amati sia dalle donne che dagli uomini.

Ovviamente, non essendo realizzata con materiali nobili, la bigiotteria ha un valore notevolmente inferiore a ai gioielli tradizionali e chiaramente anche la durata nel tempo di questi oggetti, ma  se sappiamo come prendercene  cura, possiamo anche prolungarne  negli anni la  durata, vediamo nel dettaglio allora  come lucidare la bigiotteria:

per lucidare  i vostri orecchini, anelli, bracciali, collane, spille, etc.. oggetti cominciate  a pulirli versando in un pentolino dell’ acqua e del bicarbonato di sodio e portatelo sul fuoco per farlo riscaldare  ed immergetevi dentro la bigiotteria, poi prelevatela dal liquido ed asciugateli con un panno morbido in microfibra.

Se preferite, potrete anche inumidire un panno in acqua e detersivo, per poi strofinarlo sui vostri monili per lucidarli.

In alternativa potrete immergere la vostra bigiotteria nell aceto, nel quale la lascerete in ammollo per un’ ora, c’ è anche chi ottiene ottimi risultati sfregando sulla superficie dei propri monili un pomodoro o un limone, per poi risciacquare in acqua ed asciugare con un panno morbido. Chiaramente in base alla resistenza del materiale dei vostri oggetti valuterete quale metodologia è più idonea. Infine, se desiderate lucidare la vostra bigiotteria potrete spennellarla in ogni singolo punto, dopo averla spolverata e poi lavata come suggerito in precedenza, con dello smalto trasparente, per chiuderne  e sigillare eventuali squame.