Come lucidare l’acciaio

L’acciaio è una lega data dall’ unione di ferro e carbonio ed è utilizzato per la realizzazione di gran parte degli oggetti ad uso casalingo. In particolare pentole, piani di cottura e lavelli sono realizzati in acciaio inossidabile, ovvero non arrugginisce. Nonostante esso sia un materiale molto resistente è opportuno averne la giusta cura, sia quotidiana che periodica. Vi forniamo pertanto alcuni suggerimenti utili per pulire e lucidare l’acciaio.

Come lucidare l’acciaio con rimedi naturali

In commercio esistono diversi prodotti efficaci per la pulizia e la lucidatura dell’acciaio, ma tenete presente che alla lunga il loro impiego può risultare troppo aggressivo e rendere le superfici in acciaio opache. Preferite l’utilizzo di una miscela composta da acqua, aceto e detersivo per i piatti, da utilizzare con una spugnetta morbida (evitate le pagliette in metallo). Dopo aver pulito risciacquate per rimuovere ogni residuo ed asciugate con un panno in microfibra. Per rendere ancora più lucido l’acciaio potete optare per una miscela di acqua, soda e detersivo per i piatti. Non utilizzate mai detersivi contenenti cloro.

Come pulire dalle impronte e rendere lucide  pentole ed oggetti in acciaio

Sovente si verifica che del cibo rimanga attaccato  alle padelle anche se antiaderenti, in questi casi evitate di strofinare con pagliette metalliche ma lasciate in ammollo la pentola da trattare con acqua calda e detersivo, dopo potete procedere alla normale pulizia. Per togliere le impronte invece optate per acqua e sapone neutro, se la superfice in acciaio è  a specchio utilizzate del pulivetro.

Come togliere le macchie ostinate e graffi  dall’acciaio

Nonostante tutti questi accorgimenti può succedere che si presentino macchie ostinate o graffi. Nel primo caso potete facilmente risolvere con l’utilizzo di aceto bollente o alcool denaturato da usare con un panno morbido sulla superfice da trattare e poi rimuovere. In caso di graffi si può ricorrere a rimedi drastici ma efficaci come la satinatura (graffiare l’acciaio uniformemente mediante l’utilizzo di spugne abrasive apposite, strofinando  sempre nella stessa direzione e rifinire con della pasta abrasiva) e la lucidatura (munendovi di guanti e mascherino, con un trapano acceso, strofinate della cera su dischi in cotone e passateli sulla superfice da trattare).