come lucidare un anello

Gli anelli sono da annoverarsi tra i gioielli più amati, soprattutto dalle donne. Che si tratti della fede, di un auto-regalo o di un ricordo, poco importa, se ci siamo affezionati, dobbiamo lucidarlo e pulirlo al meglio affinchè duri nel tempo. Soprattutto se su nostro anello abbiamo fatto incidere il nome dell’ amato o abbiamo fatto incastonare delle pietre preziose, il nostro anello sarà ancora più facilmente esposto all’ usura. Vediamo insieme allora come lucidare un anello:


per pulire l’ anello dovremo utilizzare un sapone neutro per evitare che qualche detersivo troppo aggressivo, possa rovinarlo o addirittura corroderlo.

Si dovrà procedere in questo modo, per prima cosa lavare l’ anello in questione sotto l’acqua tiepida, poi con l’ aiuto di uno spazzolino dotato di setole morbide e una goccia di sapone delicato e strofinate delicatamente la superficie dell’anello, insistendo chiaramente sulle zone più opache.

Se il vostro anello presenta delle pietre incastonate, lavate anche quelle, ma con delicatezza. Dopo aver pulito per bene il vostro anello, potrete passare a sciacquare con cura, andando a rimuovere ogni traccia di sapone e comunque fino a notare l’ acqua limpida. Ora potrete passare alla fase della lucidatura dell’ anello in questione, aiutandovi con un panno morbido di cotone per lucidare l’ anello.


L’ anello risulterà molto brillante ma senza graffi o abrasioni. Cercate di eseguire, per questa ragione, la lucidatura del metallo con piccoli movimenti circolari, a partire dall’esterno, per poi arrivare all’interno dell’ anello. Se avrete l’ accortezza di pulire i vostri anelli preferiti, almeno una volta al mese in questo modo, li avrete sempre puliti e lucidi.