come mangiare l’ avena

L’avena è una pianta che viene coltivata da ben 4500 anni grazie ai coltivatori europei e mediorientali che la prediligevano per l’ alimentazione di uomini ed animali. La si semina in primavera e la si raccoglie a fine estate, soprattutto in Russia e viene commercializzata, soprattutto sotto forma di fiocchi e cereali per la colazione. L’ avena è molto ricca di proteine e vitamine poi contiene anche grassi, fibre, carboidrati e sali minerali ed ha molte proprietà benefiche per il nostro organismo. In particolare è ricca di flavonoidi ed antiossidanti, ottima quindi per la prevenzione dei tumori e per contrastare l’ invecchiamento, poi regolare il funzionamento della tiroide, rinforza i tendini e le ossa. Pare anche che aiuti le persone depresse a rilassarsi e facilita il sonno. Infine contrasta l’ accumularsi del colesterolo nel sangue. Se non l’ avete mai mangiata eccovi qualche suggerimento utile, scopriamo insieme quindi, come mangiare l’ avena:

 

poteste ad esempio preparare il latte d’ avena riempiendo una pentola con dell’ acqua, che porterete. Quando l’ acqua bolle l’avena si versa all’ interno dell’ acqua e si mescola con cura per evitare i grumi. Continuate a far bollire e poi potrete spegnere e lasciare che si raffreddi. Poi potrete dolcificare e bere tal quale o filtrare. L’ avena poi, può essere utilizzata anche per la preparazione di frullati, milkshake o anche per preparare minestre e zuppe. Con l’ avena possiamo preparare anche degli ottimi biscotti per la colazione o uno spuntino goloso o ancora, delle sfiziose polpettine da servire a cena. Vi basterà mescolare in una ciotola ricotta, fiocchi d’ avena, tuorli e parmigiano e qualora dovessero essere troppo troppo asciutte, aggiungete un goccio di latte. Aggiungete delle spezie ed il sale, impastate, formate delle palline ed infornate a 180° per mezz’ ora.