Come mettere le lenti a contatto

Le lenti a contatto sono un’eccellente alternativa agli occhiali, non solo per chi non riesce ad indossarli perché li considera antiestetici, ma anche per chi, pur portando gli occhiali, preferisce optare per le lenti a contatto in particolari circostanze, come ad esempio quando si fa sport.

Generalmente si ritiene che mettere le lenti a contatto sia molto complicato; in verità basta avere un po’ di “confidenza” con i propri occhi e rispettare una serie di regole igieniche importanti e vedrete che l’impresa non sarà così difficile come sembra.

 

Come mettere le lenti a contatto: tipologie di lenti

Oggi in commercio esistono molti tipi di lenti a contatto, ma in linea di massima si fa la seguente distinzione:

  • Lenti a contatto morbide: Si tratta di lenti realizzate in materiali plastici e morbidi come ad esempio l’hydrogel, e che possono essere ulteriormente distinte per durata in lenti giornaliere, ovvero usa e getta, quindicinali, che hanno una durata di circa 2 settimane, e mensili, ovvero utilizzabili per un mese
  • Lenti a contatto rigide: Queste lenti sono realizzate in materiali più rigidi, risultano più difficili da applicare e da rimuovere, ma sono in grado di assicurare una migliore visione ed hanno generalmente una durata più lunga

 

Come mettere le lenti a contatto: consigli e suggerimenti

 

La prima volta che provate a mettere le lenti a contatto, l’operazione non vi sembrerà di certo facile, in quanto è necessario abituarsi alle operazioni di applicazione e di rimozione che in seguito diventeranno meccaniche.

Prima di procedere all’applicazione delle lenti a contatto, rispettate sempre le seguenti regole igieniche; in primo luogo dovete lavare accuratamente le mani prima di toccare le lenti, non dovete mai scambiare le vostre lenti a contatto con quelle di altre persone, non acquistate lenti a contatto scadenti, evitate di indossare le lenti a contatto in luoghi saturi di vapore o troppo ventilati.

Nel caso in cui, dopo aver applicato le lenti a contatto, avvertiate una eccessiva lacrimazione o un fastidio agli occhi, è bene rimuovere subito le lenti, risciacquarle e riapplicarle; si consiglia di portare sempre con sé sempre una confezione di lacrime artificiali per reidratare le lenti nel caso in cui queste si secchino eccessivamente.

Passiamo ora a vedere come procedere all’applicazione delle lenti a contatto.

Rimuovete dalla scatola le lenti dopo esservi lavati accuratamente le mani, posizionatene una sull’indice assicurandosi che la lente si trovi sul lato corretto e sollevare con un dito la palpebra e con un altro la parte inferiore dell’occhio in modo tale che, mentre procedete a mettere la lente a contatto, il riflesso oculare possa portare l’occhio a chiudersi. A questo punto poggiate la lente sulla superficie dell’occhio e chiudete lentamente la palpebra al fine di favorire l’adattamento della lente all’occhio stesso.

Se avvertite bruciore o arrossamento, probabilmente causati dalla presenza di piccole impurità sulla superficie della lente, basta rimuoverla, risciacquarla e procedere nuovamente all’applicazione.

Per togliere le lenti a contatto dovete procedere pressoché allo stesso modo; lavate accuratamente le mani, poggiate il dito sulla lente e cercate di spostarla verso l’angolo in modo da poterla prendere tra l’indice e il pollice e rimuoverla così dall’occhio.

 

Nel caso in cui utilizziate le lenti a contatto mensili, non dimenticate che queste necessitano di una particolare manutenzione. Dovete quindi munirvi di un portalenti, che è buona norma cambiare ogni 3 mesi, e di specifiche soluzioni saline e disinfettanti necessarie per conservare in condizioni igieniche le vostre lenti a contatto.