Come mettere l’ombretto

Mettere l’ombretto può sembrare un’operazione semplice, ma in realtà l’effetto che si ottiene varia parecchio a seconda di come l’ombretto viene applicato sugli occhi.

Come tutte le altre “fasi” del make up, anche l’applicazione dell’ombretto segue delle regole precise, visto che, anche quando si truccano gli occhi, si devono tenere a mente gli effetti di luci e di ombre che si vanno a creare.

In più, mettere l’ombretto nella maniera corretta significa anche dare profondità allo sguardo, definire bene la forma degli occhi o correggere piccole imperfezioni.

 

Come mettere l’ombretto: le regole

Prima di applicare l’ombretto è assolutamente necessario tamponare la palpebra con della cipria, servendosi o di un piumino o di un pennello di grandezza media ma con setole morbide. La cipria è infatti importante in quanto aiuta a eliminare la naturale oleosità della pelle, garantendo anche una più lunga durata del make-up.

Applicate quindi la cipria in una tinta chiara su tutta la palpebra; potete scegliere a vostro piacimento o la cipria in crema o quella in polvere, quest’ultima consigliata soprattutto se avete la pelle grassa.

Una volta che avrete applicato lo strato di cipria, prendete uno sfumino e passate l’ombretto nella tinta più chiara sulla palpebra mobile, mentre applicate un secondo ombretto, di una tinta leggermente più scura rispetto al primo che avete utilizzato, sempre sulla palpebra tirando però leggermente l’occhio verso l’esterno.

Passate a questo punto a stendere un ombretto, di una tinta ancora più scura dei due precedenti; questa volta però dovete picchiettare l’ombretto solo sulla punta esterna dell’occhio, cercando di amalgamarlo quanto più possibile con il secondo ombretto steso.

Procedendo in questo modo, riuscirete a dare profondità e intensità al vostro sguardo, rendendo il make-up perfetto.

Se desiderate valorizzare ancora di più gli occhi, potete procedere all’applicazione di un quarto ombretto, questa volta nei colori avorio, panna o bianco, esattamente sotto la parte finale dell’arcata sopraccigliare, facendo però attenzione a sfumarlo alla perfezione.

 

Come mettere l’ombretto: alcuni metodi

Vediamo ora quali sono i metodi più comuni per mettere l’ombretto.

Una delle tecniche più diffuse per metter l’ombretto è di applicarlo sull’angolo esterno dell’occhio, in modo tale da creare un effetto allungato che si addice molto a tutte le ragazze che hanno gli occhi tondi e che desiderano minimizzarne la rotondità.

In questo caso l’ombretto va picchiettato sull’angolo esterno dell’occhio in maniera tale da concentrare il colore specialmente in questa zona, mentre man mano che ci si sposta verso la parte centrale dell’occhio, l’ombretto sarà via via sfumato.

Applicare l’ombretto sull’angolo interno dell’occhio è forse una tecnica un po’ meno diffusa ma che ben si addice a chi ha gli occhi un po’ troppo distanti e desidera nascondere questo difetto. In tal caso l’ombretto “più scuro” va steso nella parte interna dell’occhio per poi sfumarlo mano a mano che si procede verso l’esterno. In questo caso si consiglia di truccare prima tutto l’occhio e poi di “calcare” il colore nella parte interna dell’occhio, ricordandosi però di non esagerare mai.