Come mettere un elastico ad un vestito

Vi capita mai di adocchiare un bell’ abito in vetrina ma di lasciarlo lì perché magari è troppo largo o troppo stretto anche se la taglia è proprio la vostra? La prima soluzione a un problema del genere  è, naturalmente,  mettere un elastico ad un vestito . Ma come si fa?
Prima di tutto, studiate in che modo intendete modificare il vestito, se ad esempio intendete farlo più attillato o semplicemente sistemare i fianchi. Occorre che prendiate le misure in maniera moltoprecisa, per evitare di ritrovarvi con un vestito che magari è troppo stretto o al contrario troppo
largo. È bene che la stoffa sia comunque più larga di circa 5-10 cm rispetto a quanto sarà effettivamente l’elastico di cui avrete bisogno. Dopo aver imbastito regolarmente la stoffa scelta per l’elastico, potete passare alla cucitura vera e propria. Rovesciando il vestito, cucite, all’altezza della vita, una stoffa di almeno 10 cm. Per una questione di comodità, se volete, potete tracciare con un gesso la linea che andrà a seguire l’elastico, così che
saprete con precisione dove e come cucire. A questo punto entra in gioco il vero e proprio protagonista, ovvero l’elastico tubolare, di una
misura abbastanza più grande rispetto alla cucitura. Inserite l’elastico nella cruna di un ago, quindi fate un nodo all’estremità, e infine inseritelo lungo la linea, tirando e tirando finché il filo non sarà stato chiuso più volte con un giro di punti sia avanti che indietro e un piccolo nodo, il quale servirà
a fissare definitivamente l’elastico al vestito.Si tratta di un trucco che usano sempre le sarte professioniste, quindi non meravigliatevi se il
lavoretto non vi riesce subito alla perfezione, magari esercitatevi prima su vestiti ormai smessi che siete sicure che altrimenti avreste buttato, e perché no, fatevi consigliare da qualche esperta del settore, che sicuramente avrà un qualche trucchetto in più da condividere.