come migliorare l’ umore con gli anacardi

Gli anacardi vantano diversi benefici per la salute ed in particolare, pare che abbiano la capacità di contribuire ad alleviare i sintomi della depressione, esiste infatti un collegamento tra la carenze nutrizionali e i problemi di salute mentale. Rivolgendosi al medico, potremmo scoprire le carenze nutrizionali che abbiamo, il quale eventualmente valuterà, se vi è un nesso con la depressione. Intanto, se già siete in cura, potreste provare ad alleviare ulteriormente i vostri affanni con la giusta alimentazione. In particolare allora, vediamo insieme come migliorare l’ umore con gli anacardi:

il triptofano è un acido dietetico amminico che agisce come un precursore di alcune sostanze nel corpo necessario per il corretto funzionamento dell’ organismo.Questa sostanza, contenuta negli anacardi, subisce processi chimici che provocano la produzione di  sostanze quali la serotonina e niacina, responsabili dell’ umore. Studi dimostrano che la niacina, o vitamina B3, è un composto organico che può anche contribuire a ridurre i sintomi della depressione. Gli anacardi sono anche una ricca fonte di magnesio, considerato da molti come una componente nutrizionale chiave nella depressione. Maggiore assunzione di magnesio nei pazienti depressi è stata associata a sintomi di depressione ridotti e viceversa. Gli acidi grassi Omega-3 sono grassi essenziali cruciali per la salute, ma il corpo non li produce. Questi acidi grassi importanti devono essere assunti interamente dalla propria dieta e gli anacardi sono una ricca fonte di acidi grassi omega-3. Essi svolgono un ruolo importante nel funzionamento del sistema nervoso centrale , e possono avere un ruolo cruciale da svolgere in termini di incidenza e la gestione della depressione clinica. Visti i potenziali effetti benefici che è possibile trarre dal mangiare una manciata di anacardi al giorno, se soffrite di depressione o distubi dell’ umore, o avete un amico ed un parente che ne soffre, invitatelo (o fatelo voi stessi) a parlarne con il medico, per vedere cosa ne pensa.