come migliorare la dizione

Migliorare la dizione è l’ esigenza che avvertono tutte le persone che sanno di avere un’ inflessione dialettale molto pronunciata, la quale, anche ad un orecchio profano, fa immediatamente capire al proprio interlocutore, la nostra provenienza geografica. Anche se siamo persone abbastanza acculturate e che ricoprono una certa posizione sociale, magari di prestigio, se comunichiamo con un accento molto marcato o la nostra articolazione fonetica lascia a desiderare, anche la nostra professionalità, ahimè, potrebbe essere messa in discussione. Se il vostro lavoro, vi mette spesso nella condizione di dover viaggiare e/o di dover tenere dei comizi e delle conferenze a contatto con il pubblico, o ancora se amate la recitazione o sognate di entrare nel mondo dello spettacolo, sicuramente sarà una buona idea migliorare questo aspetto sul quale siamo carenti. Vediamo insieme allora come migliorare la dizione:

la prima cosa da fare è registrare la propria voce mente si legge un testo o si ripassa un discorso che terremo in pubblico. Dopo aver effettuato la registrazione, riascoltate la vostra voce ed appuntatevi tutti quelli che secondo voi rappresentano delle criticità, vale a dire le inflessioni dialettali troppo marcate, la povertà dei contenuti, un’ articolazione fonetica discutibile ecc.. Poi punto per punto, cercherete di colmare le vostre lacune. Molto utili a tal scopo sono i corsi di dizione, i quali generalmente si articolano in modo tale da migliorare la vostra voce. Molto utili sono ad esempio gli esercizi di respirazione, controllando il diaframma infatti, riusciremo a controllare al meglio la voce, esercitandoci anche sui vocalizzi, miglioreremo anche la nostra durata del fiato. Dovremo inoltre esercitarci nel pronunciare ogni singola sillaba. Di fondamentale importanza, al fine di eliminare o almeno attenuare le inflessioni dialettali è lo studio della ortoepia, ovvero la corretta pronuncia delle parole. Dovremo altresì apprendere l’ utilizzo della giusta accentazione delle parole.