Come migliorare la memoria

Il cervello umano non è una macchina e in quanto tale, in particolari condizioni di stress psico-fisico o a causa dell’avanzare degli anni, può dare qualche segno di cedimento relativamente alla memoria.

A chi di noi non è mai capitato di dimenticare le chiavi a casa, il nome di un libro appena letto o il giorno di un importante appuntamento?

Probabilmente a tutti e nella maggior parte dei casi si tratta di semplici distrazioni; tuttavia quando i problemi di memoria si ripetono con una certa frequenza è bene prendere dei provvedimenti!

Non bisogna, infatti, trascurare il fatto che la vitalità del nostro cervello dipende moltissimo dalla salute del nostro organismo e che, quindi, adottando dei piccoli cambiamenti nella nostra alimentazione e nel nostro stile di vita, è possibile migliorare la memoria e tutte le nostre prestazioni intellettive.

Il cervello umano è dotato di una grande capacità di mutare nel tempo, la neuroplasticità, il che significa che con il giusto stimolo è possibile potenziare e ampliare le prestazioni del proprio cervello e quindi anche migliorare la memoria.

 

Come migliorare la memoria: l’alimentazione

 

Uno degli aspetti che bisogna curare per mantenere attivo il proprio cervello e per migliorare la memoria, è curare l’alimentazione, adottando una dieta adeguata e salutare.

E’ vero che il legame tra il cibo e la memoria non è stato ancora ben chiarito e che da tempo gli scienziati si chiedono se esistono davvero dei cibi in grado di migliorare la memoria.

Al di là delle dispute accademiche è innegabile che una corretta alimentazione è indispensabile per la salute del nostro organismo e della nostra mente e che pertanto è sempre bene fare attenzione a ciò che si mette nel piatto.

Adottare una dieta equilibrata significa sostanzialmente optare per un’alimentazione che sia in grado di bilanciare tutte le attività del nostro cervello.

In linea di massima un’alimentazione equilibrata e salutare dovrebbe sempre comprendere delle adeguate proporzioni di grassi, proteine e carboidrati complessi, dal momento che ognuna di queste sostanze è fondamentale per il corretto funzionamento del nostro cervello. I carboidrati sono la fonte principale di energia per il  cervello, gli omega 3 sono alla base della sua struttura cellulare, mentre tutte le vitamine del gruppo B svolgono un ruolo prioritario  per il suo giusto funzionamento. Allo stesso modo non si dovrebbero mai escludere dalla propria alimentazione i cibi ricchi di antiossidanti, di vitamina E, acidi grassi e di beta-carotene, in quanto indispensabili a proteggere le cellule cerebrali dall’attacco dei radicali liberi.

Quindi se volete migliorare la vostra memoria, e in generale tutte le prestazioni del vostro cervello, non dimenticate mai di arricchire la dieta con alimenti ricchi di queste sostanze quali ad esempio l’olio di oliva, i semi di lino, il tofu, i fagioli e così via.

Come migliorare la memoria: stile di vita ed esercizi

Se pianificare un’alimentazione equilibrata, sana e variegata è fondamentale per migliorare la memoria, allo stesso tempo si possono adottare dei piccoli accorgimenti nel proprio stile di vita che saranno di grande aiuto all’allenamento del cervello!

Come prima cosa dovete cercare di prestare sempre una grande attenzione al vostro stato di salute generale, tenendo sotto controllo lo stress che, come noto, può influire negativamente sulla nostra concentrazione e sul nostro apprendimento, andando quindi anche ad indebolire la memoria. Oltre allo stress, dovete fare attenzione anche ai cosiddetti “vizi”; cercate di limitare quanto più possibile il consumo di alcool, sigarette e di bevande, come tè e caffè, che contengono sostanze stimolanti nocive per la concentrazione.

Se lo stile di vita e l’alimentazione sono importanti per migliorare la memoria, allo stesso tempo lo è anche il tenerla costantemente in esercizio; pertanto cercate di allenare  la vostra mente, ricordando tutto ciò che è utile o importante memorizzare, come numeri di telefono, codici, parole di canzoni e così via.

Non dimenticate, infine, di dormire in maniera adeguata; non bisogna mai sottovalutare l’importanza del sonno, indispensabile per la concentrazione e la memorizzazione. Mentre dormiamo, il nostro cervello classifica tutte le informazioni e gli stimoli che si sono ricevuti nel corso della giornata, quindi se dormiamo male anche il nostro apprendimento ne sarà compromesso.

 

Se si vuole migliorare la memoria si devono, quindi, solo adottare dei piccoli accorgimento che però manterranno la mente attiva e la memoria sempre ben salda!