come misurare la pressione

Non sempre è necessario andare direttamente dal medico per farsi misurare la pressione sanguigna ma è possibile monitorarla a casa. Ciò è particolarmente importante se il medico vi consiglia di monitorare la pressione sanguigna in maniera regolare. Esistono alcuni fattori che possono causare un aumento  della pressione sanguigna, quali stress, fumo, il freddo, troppo esercizio fisico, l’ assunzione  di determinati medicinali ed il bere troppo caffè. Allo stesso modo, alimentazione  sbagliata, carenza di glucosio, troppo caldo ecc.. possono viceversa farla abbassare. E’ buona norma pertanto  controllarsi  spesso, vediamo insieme pertanto come  misurare la pressione:

è importante cercare di misurare la pressione sanguigna più o meno alla stessa ora ogni giorno. Il medico può decidere di farvi controllare la pressione del sangue più volte durante il giorno per vedere se oscilla. Prima di controllare la pressione sanguigna trovate un posto tranquillo per controllare la pressione sanguigna perchè avrete bisogno di ascoltare il battito cardiaco, poi la vescica dovrà essere di recente svuotata per non influenzare influenzare la lettura. Poi arrotolate gli indumenti sul braccio e poggiatelo rivolto verso l’ alto, il braccio deve riposare comodamente ad altezza del cuore. Sedere ben dritti con la schiena contro la sedia, le gambe non incrociate. Se si acquista un misuratore di pressione manuale o digitale (sfigmomanometro), seguire attentamente il libretto di istruzioni. In linea di massima, bisogna individuare il polso premendo leggermente l’indice e il medio  verso il centro interno della curva del gomito, poi fate  passare l’estremità del bracciale attraverso l’anello metallico e fate scorrere il bracciale sul braccio, facendo in modo che la testa dello stetoscopio sia sopra l’arteria (quando si utilizza un monitor manuale.), quindi chiudetelo, non troppo stretto. Posizionare lo stetoscopio nelle orecchie. Inclinare gli auricolari leggermente in avanti per ottenere il miglior suono. Tenere il manometro con la mano sinistra, chiudere la valvola del flusso d’aria sul bulbo ruotando la vite in senso orario. Gonfiare il bracciale premendo la pompetta con la mano destra. Si può sentire il polso nello stetoscopio. Osservare l’indicatore, si tratta di gonfiare il bracciale fino a quando l’indicatore legge di circa 30 punti (mm Hg) al di sopra della pressione sistolica prevista. A questo punto, non si deve sentire il polso nello stetoscopio. Tenere gli occhi sul manometro, rilasciare lentamente la pressione nel bracciale aprendo la valvola del flusso d’aria in senso antiorario. L’indicatore dovrebbe cadere solo 2 o 3 punti con ogni battito cardiaco. Ascoltate attentamente per la prima pulsazione. Non appena si sente, si noti la lettura sul manometro. Questa lettura è la pressione sistolica (la forza del sangue contro le pareti delle arterie, come il tuo cuore batte). Continuare a sgonfiare lentamente il bracciale  ed ascoltate attentamente fino a quando il suono scompare. Non appena non è più possibile sentire il polso, annotare la lettura sul manometro. Questa lettura è la pressione diastolica (la pressione del sangue tra i battiti cardiaci).