Come nuotare a sirena

Gli esperti e gli appassionati di nuoto, che conoscono bene la disciplina sportiva, sanno che per nuotare a sirena basta muovere le gambe a delfino e tenere le braccia unite in avanti o dritte lungo i fianchi.

Per i meno esperti queste parole però non avranno nessun senso: sirena, delfino …. Chissà?!

Allora cerchiamo di capirci meglio. Il movimento consiste in un’ondulazione che parte dalle spalle e finisce con i piedi. È un movimento molto faticoso perché interessa tutto il corpo tranne le braccia che devono stare ferme lungo i fianchi o dritte in avanti, come anticipato. Partendo da una posizione di gambe distese sotto l’acqua, queste vengono recuperate verso l’alto, prima con l’estensione del bacino, poi con la flessione del ginocchio. Da qui si dà una spinta verso il fondo con la distensione delle gambe. Per evitare di affaticare le caviglie i piedi sono rilassati, distesi e leggermente ruotati verso l’interno.

Per chi ama fare lunghe nuotate in mare, o per chi desidera allenarsi per nuotare a sirena esistono anche delle mono pinne, che si trovano nei negozi specializzati ad un prezzo non molto elevato. Si indossano come le normali pinne, ed esistono di diversa lunghezza. Dalla grandezza della pinna, logicamente dipenderà la forza della spinta e quindi i metri d’acqua che si percorreranno. Fate attenzione però, perché è un movimento che richiede molto sforzo muscolare quindi se non siete allenati scegliete pinne più piccole.

Per chi invece vuole vivere l’esperienza di nuotare e sentirsi proprio una sirena, esistono in commercio, le Monofin. Si tratta di una particolare guaina di gomma con fantasie molto estrose, che richiamano proprio i colori delle sirene e che tengono unite le gambe, a partire dai piedi fino l bacino. La guaina termina con una grande pinne che permette grandi spostamenti oltre a fornire a chi la indossa quell’eleganza sensuale propria della pinna di una sirena. Sull’isola Borocay nelle Filippine, è nata la PMSA, l’Accademia Filippina del nuoto a Sirena, una scuola per imparare questa difficile arte ed anche per fornire, a chi vuole vivere questa esperienza, dei consigli utili.