come nutrire la pelle

Per mantenere una pelle giovane bella sana e per nutrirla, nel modo più adeguato, è importante conoscere le sue esigenze. Infatti non basta dedicarsi solo ai trattamenti che agiscono dall’esterno, come creme e quant’altro, ma occorre anche pensare, che la pelle come tutti gli altri tessuti assume nutrimento da ciò che mangiamo. Infatti per nutrire in modo efficace la pelle, bisogna partire da una buona alimentazione Quindi è intuitivo capire che la pelle ha innanzitutto bisogno di acqua, nutrienti e solo successivamente di creme e lozioni. Innanzitutto bisogna avere un’alimentazione che sia ricca di frutta e verdura, anche bere molto è una regola d’oro per assicurarsi una pelle del viso e del corpo ben idratata. La prima regola è bere molta acqua, che non solo idrata ma consente alla pelle di espellere le tossine e le cellule morte purificando la circolazione. Il passo successivo è quello di nutrire la cute con un’alimentazione ricca di flavonoidi, vitamina C e anticianosidi che sono in grado di facilitare la produzione di collagene e dell’elastina, che se mancano sono responsabili della ridotta tonicità della pelle che assume così un aspetto ‘rugoso’, è necessario quindi assumere vitamina A e d E attraverso cibi come prugne secche, uva passa, mirtilli, lamponi e broccoli. Queste sostanze regolano anche la circolazione sanguigna dei microcircoli ovvero quelli che nutrono la pelle. Tutte queste sostanze le trovate in quantità considerevoli anche nelle arance, ananas, banane, frutti di bosco ma anche peperoni rossi, fragole, mele e broccoli. Mentre invece consumare vegetali a foglia verde e frutta secca è più indicato nei casi di carenze di zinco, considerate spesso all’origine di un problema dermatologico che può colpire non soltanto in adolescenza come l’acne. Oltre all’alimentazione bisogna anche agire dall’esterno, infatti è consigliabile pulirla ogni giorno in modo adeguato. Per la pulizia del viso e del corpo nel modo più naturale possibile potete usare semplicemente l’acqua calda e il bicarbonato. Questo trattamento porta ad ammorbidire anche le zone secche e callose, come i gomiti o le piante dei piedi. Il bicarbonato, infatti, può rimuovere delicatamente le asperità lasciando la cute morbida, l’acqua calda ammorbidisce la pelle e rende il trattamento più efficace. Per quanto riguarda la cura del cuoio capelluto potete semplicemente lavare i capelli a giorni alterni e utilizzate, durante lo shampoo, dei prodotti delicati e con pH neutro. Per quanto riguarda la cosmesi è bene sapere che esistono delle sostanze naturali che vengono accettate dal nostro organismo senza avere nessun effetto collaterale o tossico e che quindi è consigliabile assumere con creme o integratori alimentari. Di seguito trovate una breve lista di queste sostanze e i loro effetti benefici sulla pelle: -Acido ialuronico è normalmente presente nel nostro corpo ma tende a diminuire man mano che l’età avanza, è importante assumerne in quanto è proprio questa sostanza che dona compattezza e freschezza al viso. Stimola la produzione di collagene che conferisce elasticità alla pelle. -Olio di jojoba è simile al sebo prodotto naturalmente dalla pelle umana. Il sebo idrata e difende la pelle dai fattori esterni come il freddo, i batteri, lo smog. Spesso questa barriera naturale può mancare o essere insufficiente, allora si creano screpolature e irritazioni. L’olio di jojoba viene facilmente assorbito e penetra in profondità, rigenerando le zone irritate e agendo anche da prevenzione delle rughe. -Olio di argan è fondamentale per rinforzare lo strato idrolipidico della pelle che, dove viene a mancare, provoca screpolature e irritazioni. -Olii vegetali sono un ottimo nutrimento per la pelle in quanto sono ricchi di sostanze necessarie alla vita come vitamine come la A e la E, di minerali ma soprattutto di acidi grassi essenziali. Queste sostanze, unite insieme, creano un’azione nutriente, emolliente ed elasticizzante, prevenendo così anche rughe e smagliature.