come organizzarsi per il pranzo al lavoro

Chi lavora tutto il giorno, magari facendo orario continuato, chiaramente durante la pausa pranzo dovrà mangiare. C’è chi preferisce fare un bel pasto abbondante e completo, chi preferisce mantenere la linea e restare leggeri, chi avendo poco tempo a disposizione, preferisce portare con se, alimenti pratici e che non sporchino. Chiaramente quando si è fuori per lavoro tutta la giornata prepararsi il pranzo in casa può essere complicato e magari ci si dovrebbe organizzare il giorno precedente o la mattina presto, magari ancor prima della sveglia, ecco perchè in tanti durante la pausa pranzo preferiscono ripiegare nei fast food e/o nelle tavole calde, alimentandosi in maniera scorretta e dannosa per la salute. Se anche voi allora cercate un compromesso, vediamo insieme come organizzarsi per il pranzo al lavoro:

se avete la possibilità di riscaldarvi il pranzo in ufficio allora non avete problemi in quanto vi basterà preparare un pò di pasta in più il giorno prima o del secondo che vi preparate per la cena, metterlo in un contenitore per alimenti e portarvelo al lavoro, al momento giusto lo riscalderete ed il gioco è fatto. Poi quando avete più tempo a disposizione, nel week end ad esempio, potreste preparare anche qualche primo piatto completo, porzionarlo e surgelarlo, in questo modo, non vi resterà che portarlo direttamente al lavoro e riscaldarlo in pausa pranzo. Senza considerare poi che potreste prepararvi anche delle pratiche insalate, sia di verdure miste che di pollo ad esempio e se ne avete la possibilità, condirle al momento stesso. Se invece sul vostro posto di lavoro non vi è la possibilità di riscaldarsi il pranzo o magari fate un lavoro che vi costringe a stare per strada allora, potreste orientarvi sul classico panino farcito o la frittata di pasta oppure, anche delle pizze o dei rustici golosi, che non sporcano e si preparano in maniera molto veloce.