Come ossidare il rame

Nelle proprie abitazioni quasi tutti sono in possesso di oggetti di rame, soprattutto bijoux e monili, che pare portino anche fortuna, secondo i superstiziosi. Naturalmente il rame lo si può trovare sotto forma di metallo, oppure come minerale  (l’ azzurrite blu e la malachite); nel primo caso è possibile ossidarlo mediate alcuni agenti quali ossigeno, alogeni e acidi in soluzione acquosa, tranne dall’ acido cloridico, che riesce ad ossidare ogni metallo, tranne rame appunto e venadio, quindi qualora desiderassimo dare nuova vita  ai nostri monili e renderli diversi è possibile farlo, vediamo quindi come ossidare il rame:

  • Se vogliamo dare un effetto invecchiato ad un oggetto in rame e renderlo più scuro e vissuto, gli esperti di decupage suggeriscono di preparare un uovo sodo e chiuderlo in una scatola di plastica insieme all’ oggetto in rame, quando è ancora caldo. La mancanza d’ aria ed il calore dell’ uovo invecchieranno il nostro metallo.
  • Se invece avete la possibilità di reperire una soluzione di zolfo, in internet oppure nei negozi che vendono prodotti per il bricolage o il modellismo, allora potrete ossidare i vostri oggetti in rame in maniera molto più aggressiva e rapida, bastano poche gocce di questa soluzione disciolte in acqua calda ( il liquido assumerà in questo modo una caratteristica colorazione giallo paglierino) e versate poi sul nostro piccolo monile, per ottenere l’ effetto anticato desiderato in circa 30 secondi. Se decidete di intervenire in questa maniera non dimenticate di indossare guanti, occhiali e maneggiate i monili con delle pinze lunghe.
  • Se invece il tipo di rame che suscita il vostro interesse è quello di colore azzurro- verdastro, (tipico degli oggetti venduti in Grecia per intenderci) dovrete acquistare direttamente degli oggetti realizzate in minerali quale azzurrite blu o malachite.