Come piantare i pomodori

Il pomodoro è l’ortaggio più consumato dagli italiani: il sugo si mangia più volte a settimana, per non parlare dei pomodori all’insalata, dei ripieni e delle pizze. E se volessimo piantare i pomodori con le nostre mani? Anche chi non ha un giardino può benissimo coltivarli in un balcone, l’importante è avere un posto soleggiato dove mettere le piantine.

I pomodori possono essere coltivati facilmente e assicuramo un buon raccolto.

Come piantare i pomodori. La scelta della piantina da seminare.
Scegliere le piantine di buona qualità è importante per ottenere un ottimo raccolto. Fatevi indirizzare dal commerciante però assicuratevi che siano piantine robuste e di colore verde scuro, alte circa 10 centimetri. Comperare anche del fertilizzante per poter dare al terreno una maggiore carica di sostanze nutrienti. Assicurarsi di essere in possesso di una zappa.

Come piantare i pomodori. Il trapianto.

  • Concimare la terra molto prima di piantare le piante.
  • Zappare accuratamente il terreno in modo da avere una superficie senza erbacce e morbida.
  • Piantare le piantine ricoprendo la radice sotto terra di almeno due centimetri
  • Separare le piantine a 45 centimetri l’una dall’altra e in file da 60 centimetri tra loro. Successivamente legarle a un bastoncino.
  • Innaffiare le piante due o tre colte a settimana

Quando la pianta di pomodori avrà prodotto 4 grappoli di frutti, tagliare via due centimetri di altezza dalla punta della pianta. Questa operazione è necessaria per stimolare la crescita dei pomodori. Ricoprire il terreno di paglia così da contrastare i parassiti e per conservare l’umidità delle radici.

È consigliabile successivamente sostituire i bastoncini con canne o pali più robusti, che possano sostenere meglio le piante con i pomodori. Il periodo per poter piantare le piantine inizia a maggio fino ad agosto.

Photo Credits | zoom50.com