Come pitturare con la spugna

Ogni tanto ci vuole una bella rinfrescata alle pareti di casa propria! Molti, però, al solo pensiero si avviliscono, perché pensano a chissà quanti soldi bisogna spendere o alle pulizie che è necessario fare a fine lavoro, ma se si adottano dei piccoli accorgimenti, come lo svuotare le stanze per evitare che i mobili si sporchino, e tanta fantasia, con pochi soldi si può dare un’aspetto completamente nuovo alla nostra casa! Ad esempio, se le pareti sono in buone condizioni, cioè senza crepe e con la vecchia pittura intatta, potremmo rinnovarle solamente sovrapponendo alle pareti, già tinteggiate, un altro colore che ci può star bene sopra, avvalendoci della tecnica a spugna, questo è un modo molto semplice e pratico di pitturare le pareti perché non comporta una grossa fatica in quanto non è necessario né rimuovere la vecchia pittura, né passare lo stucco e quindi carteggiare! Quindi vediamo assieme come pitturare con la spugna:

per prima cosa bisogna sottolineare il fatto che questa è una tecnica per interni ed è molto economica. Infatti, gli strumenti che ci servono sono: una spugna, una vaschetta per la vernice, i guanti, una salopette, per evitare di rovinarci i vestiti e delle scarpe vecchie. Quindi l’unica cosa che bisogna acquistare in un negozio di ferramenta è buona spugna marina e la vernice adatta per questa tecnica, come ad esempio la velatura. Questo tipo di pittura ha la caratteristica di essere trasparente e molto fluida. La velatura, infatti, può essere unita a delle terre naturali in polvere o a delle cere liquide colorate e possiamo comprarla già pronta oppure farla noi stessi a casa, acquistando un barattolo di velatura e uno di terra naturale e/o cera. Quindi potremmo rendere il colore più o meno carico, cin base ai nostri gusti. Naturalmente la quantità varia in base ai metri quadrati da coprire. Una volta che la pittura è pronta basta prendere la spugna, intingerla al suo interno e finalmente cominciare a tamponare, magari facendo una prova prima su di un cartone, per rimuovere la vernice in eccesso e veder l’effetto finale, e poi sulle pareti.