Come pitturare la camera da letto

La stanza da letto è un ambiente molto importante nella casa, perché è quello del riposo e dell’intimità personale o di coppia e, nei casi in ci siano anche dei bambini molto piccoli, dell’intimità familiare. E’ dunque importante arredarla con cura e utilizzando i colori adatti per le pareti.
Quali colori si dovrebbero scegliere per pitturare la camera da letto?

Questa stanza è un luogo dedicato al relax, al riposo, ma è anche il luogo del risveglio, quello nel quale si dà il via alla giornata. L’aspetto di questa stanza- come del resto della casa- è quindi fondamentale per dormire bene e iniziare bene la mattina seguente.

I colori consigliati sono sicuramente quelli pastello, molto tenui, e, magari, sfumati; le tinte più adatte sono il celeste, il verde acqua, il rosa, il salmone, che trasmettono un senso di pace e armonia. Si può osare scegliendo anche tinte più scure, ma sempre delle tonalità classiche del celeste, del verde e del rosa: il blu o l’azzurro sono colori molto riposanti, e ricordano il mare, mentre il verde richiama alla mente immagini di boschi o spazi verdi e illimitati, mentre il rosa, nel tono del rosa antico-rosa scuro, rende l’ambiente accogliente e tenero, e nel tono del fuxia gli dà dinamicità. A proposito di dinamicità, si possono provare anche dei colori caldi e vivaci, come il rosso e l’arancio, che danno subito energia e buonumore: sono perfetti per chi la mattina resterebbe a letto invece di alzarsi.

Per pitturare la camera da letto, si dovrebbero invece evitare i colori “morti” come il nero, i toni del grigio, il marrone e il viola scuro, ma questi stessi colori, possono essere utilizzati con successo nell’arredamento, perché la stanza da letto si presta meglio ai mobili dai colori classici, rispetto ad altre stanze. Un’ultima opzione, la più semplice,l è quella di lasciare le pareti bianche e di giocare con i contrasti di tende sgargianti, cuscini a righe colorate e copriletto stampato.

Per quanto riguarda le tecniche di pittura delle camera da letto, oltre al modo classico di tinteggiare, si può sperimentare con le decorazioni floreali o a semplici motivi geometrici, o per l’effetto tappezzeria. In questa stanza è consigliabile scegliere l’idropittura lavabile, in quanto è atossica e si pulisce con facilità. Nel caso si voglia ottenere un effetto più “ovattato” si può optare per la pittura isolante, che però ha un prezzo notevolmente più alto rispetto agli altri tipi di pittura.