Come plastificare

La plastificazione è una pratica molto utilizzata per proteggere le fotografie, i documenti, le lettere ecc.. dallo scorrere inesorabile del tempo, questi infatti vengono ricoperti di plastica in moda tale da evitare che si strappino o danneggino, quante volte infatti vi sarà capitato di notare che una vecchia foto alla quale tenete molto e magari tenete esposta, si sta rovinando e comincia ad accartocciarsi ed a presentare delle screpolature, se non addirittura degli strappi, la faccenda poi si complica ancor più se a rovinarsi sono i vostri documenti, perchè magari conservati nel portafogli e quindi maggiormente soggetti ad usura, al punto che talvolta posso non esser più considerati validi. In tutti questi casi potrete recarvi negli appositi centri dove effettuano le plastificazioni, oppure, se avete voglia e tempo, potete occuparvene voi stessi, vediamo allora come plastificare:

la maniera più semplice per plastificare le vostro foto, documenti e/o scartoffie varie è quella di utilizzare il nastro adesivo trasparente, il più largo possibile. Poggiate il vostro documento da proteggere su un piano d’ appoggio, e ricopritene la prima facciata con tante strisce di nastro adesivo, prestando attenzione affinchè non restino spazi vuoti tra una striscia e l’ altra. Quando avrete terminato, potrete girare il documento dall’ altro lato e procedere nella stessa maniera, quindi tagliate, aiutandovi con un taglierino, gli eccessi di nastro adesivo. In alternativa potrete proteggere dall’ usura del tempo i vostri documenti utilizzando i fogli di plastica trasparente adesivi ( potete trovarli nelle cartolerie fornite), che abbiano delle misure maggiori rispetto al documento in questione, poi poggiatelo anche stavolta su di un piano da lavoro e fate aderire perfettamente al documento o alla foto il primo foglio adesivo trasparente, prestando particolare attenzione a non creare bolle d’ aria. Dopo aver ricoperto la prima facciata, girate il vostro documento e procedete allo stesso modo anche per questo altro lato, poi quando avrete terminato, con un taglierino, eliminate pure gli eccessi.