come preparare i fiori di zucca

Tanto belli quanto buoni i fiori di zucca si prestano a molte preparazioni ed anche alle decorazioni più eleganti. Ma c’è un piatto che li vede protagonisti e che unisce le Regioni d’Italia, seppur con qualche variante: i fiori fritti.

La costante è una pastella più o meno leggera che dovrà avvolgere il fiore, ripieno e no, per poi essere tuffato in abbondante olio caldo.

Per fare la pastella per circa 20 fiori occorrono:

200 g di farina

1 uovo

olio per friggere q.b.

sale e pepe q.b.

1 dl d’acqua frizzante

La preparazione è molto semplice e non ha bisogno di lievitazione. Mescolate la farine con l’uovo e l’acqua frizzante (meglio se molto fredda). Impastate fino ad ottenere la giusta consistenza non troppo liquida, né densa.

Lavate i fiori di zucca, sgocciolateli e asciugateli delicatamente in un telo di cotone o di lino. Decidete liberamente se eliminare o meno il pistillo.

Immergete i fiori di zucca uno alla volta nella pastella rigirandoli in modo che siano completamente ricoperti. Friggeteli in olio bollente. Quando saranno dorati scolateli e fateli asciugare su carta assorbente. Serviteli caldi.

I fiori di zucca possono essere arricchiti con una imbottitura prima di essere appastellati e fritti.

Una classica imbottitura è quella con mozzarella e alici tipicamente romana. Dopo averli lavati ed asciugati, tagliate la mozzarella a bastoncini. È preferibile che questa operazione venga fatta un po’ di tempo prima così che la mozzarella possa perdere una parte della sua acqua. Aprite delicatamente i fiori e inseriteci un bastoncino di mozzarella condita con un po’ di pepe e un pezzettino di alice dissalata. Girate un po’ la punta del fiore così si chiude e poi passatelo nella pastella e friggete.

Un’altra è fatta con ricotta, parmigiano grattugiato, salame o prosciutto tritato finemente, un pizzico di sale e pepe q.b. Essendo questo un composto più cremoso va inserito nei fiori con l’ausilio di un sac a poche. Ripassate in pastella, friggete e buon appetito!