come preparare i lupini

I lupini fanno parte della famiglia dei legumi ma non seguono le stesse regole di preparazione. Quanto al loro valore nutrizionale e alle proprietà benefiche non hanno eguali: recenti studi infatti, hanno confermato che un consumo giornaliero di questo legume previene l’ipertensione, il diabete di tipo 2 e il tumore al colon; aiutano a ridurre il colesterolo; normalizzano il processo digestivo. Sono ricchi di Omega 3 e Omega 6 indispensabili per la nostra salute ma anche di zinco che aiuta il sistema immunitario e di magnesio utile ai muscoli e alle ossa. Insomma, per quanto fanno bene non resta che correre a comprarli.

Come preparare i lupini? Il primo step è la dolcificazione:

1- La preparazione di questo particolare legume comincia con la sua reidratazione. I lupini vanno tenuti a bagno nell’acqua fredda almeno 48 ore e l’acqua va cambiata ogni giorno.

Trascorse le 48 ore vanno scolati e sciacquati così sono pronti per essere cotti.

2- Versate i lupini in una pentola e ricopriteli con abbondante acqua. Devono cuocere per 40 minuti dal bollore. Fatto ciò scolateli e sciacquateli sotto acqua fredda corrente.

3- Metteteli nuovamente in ammollo in acqua fredda e conservateli in frigo o in un luogo a temperatura bassa. Dovrete cambiare l’acqua e sciacquarli bene tutti i giorni trascorsi sei giorni potete assaggiarli e se non risultano amari procedete con la salamoia altrimenti teneteli a bagno ancora qualche giorno.

N.B. È possibile ridurre i tempi della fase uno ma questo comporta l’aumento del tempo di cottura, ad esempio se tenete in ammollo i lupini per ventiquattro ore (cambiando l’acqua ogni 12) poi vi toccherà farli cuocere per almeno un ora dal bollo quindi circa due ore.

Il secondo step è la conservazione in salamoia:

La salamoia è fondamentale non solo per la conservazione ma anche per rendere più gustosi e saporiti i lupini. Per questo motivo troverete per ogni ricetta una proporzione di acqua e sale differente. Quella che qui consigliamo è una quantità minima che permette di avere lupini gustosi ma dei quali vengono preservate le proprietà benefiche. Quindi per 1kgr di lupini, occorreranno 300gr di sale e 5 litri di acqua.

1- Portate ad ebollizione l’acqua e il sale, girate l’acqua spesso così il sale si scioglie bene. Aggiungeteci i lupini e fateli cuocere per una decina di minuti.

2- Versate i lupini con tutta la salamoia in barattoli sterili e caldi. Non bisogna riempirli fino all’orlo. Fatto questo chiudete ermeticamente i barattoli e fateli raffreddare a testa in giù. Questo procedimento serve a fare il sottovuoto.

I barattoli così fatti durano qualche mese in un luogo fresco e buio. Senza il sottovuoto invece, i barattoli vanno tenuti in frigo e consumati nel giro di un mese.