come preparare il kefir

ll Kefir è una bevanda ricca di fermenti lattici e probiotici ottenuta attraverso un processo di fermentazione.

Di solito è una bevanda costituita da latte e grani di Kefir responsabili del processo di fermentazione dal quale deriverà la produzione di ben 30 differenti tipologie di fermenti lattici vivi.

Per la preparazione può essere utilizzato latte fresco pastorizzato o UHT, anche di capra, asina o pecora l’importante è che non sia latte senza lattosio. Oltre al latte esistono preparazioni che utilizzano bevande di riso o di soia senza l’aggiunta di vitamine o di acqua con un dolcificante naturale come lo zucchero di canna integrale.

Per la preparazione di entrambi le ricette è importante non utilizzare strumenti in metallo perché essendo molto acido il Kefir potrebbe sciogliere dei metalli. Procuratevi quindi un colino di plastica, un barattolo di vetro e un cucchiaio di plastica o legno.

Kefir con il latte:

1- mettete i grani di Kefir in un barattolo di vetro ben pulito e asciugato. Per ogni cucchiaio di grani aggiungete 250 ml di latte. Le proporzioni possono essere variate a seconda delle vostre esigenze e gusti. Mescolate un po’ con il cucchiaio di legno o di plastica. Non chiudete il barattolo ermeticamente perché ha bisogno di respirare quindi se utilizzate il coperchio lasciatelo solo appoggiato altrimenti coprite con un tovagliolo di carta o di stoffa fermato con un elastico.

2 – mettete il barattolo in un luogo tranquillo preferibilmente al buio e lasciate riposare 24 ore. Dopo le prime 12 ore mescolate delicatamente. Se preferite una consistenza più cremosa fate passare più ore ma non superate mai le 78 ore altrimenti diventa troppo acido.

3 – trascorso il tempo necessario si può procedere al filtraggio che può avvenire in due modi:

a) per un sapore più acido e una consistenza più liquida: mescolate il Kefir e poi versatelo nel colino. Per far passare bene il composto attraverso il colino aiutatevi con il cucchiaio facendo attenzione a non schiacciare i grani.

b) per un sapore più dolce e una consistenza più cremosa: poggiate il colino al barattolo e giratelo velocemente così che possa scolare il siero che si crea in superficie. Cambiate ciotola e tirate via il barattolo e filtrate il kefir aiutandovi con un cucchiaio. Il siero può essere bevuto o buttato.

4 – Riutilizzate i grani come prima .

5 – Consumate il Kefir filtrato in purezza oppure con l’aggiunta di miele, frutta fresca, frutta sciroppata, cereali, caffè, cioccolato, e qualsiasi altro modo ti suggeriscano i tuoi gusti.

E’ possibile tenerlo in frigo per più di una settimana, non di più.

Kefir con l’acqua:

1- In un contenitore trasparente, versare 1 l di acqua naturale e 32g di zucchero naturale.

Mescolate finché lo zucchero non si sia sciolto.

2- Mettete i grani del kefir, 3 spicchi di limone o altra frutta acidula a seconda dei gusti e un frutto secco come albicocca, fico, prugna o quello che volete. Possono andare bene anche aromi come la cannella o un baccello di vaniglia naturale.

3- Lasciate il contenitore a temperatura ambiente per 48h.

4- Filtrate i grani e riutilizzateli.

5- Assaporate la vostra bevanda.