come preparare il semolino

Ci avviciniamo all’inverno e le minestre calde e cremose, insieme alle zuppe, diventano le pietanze più ambite da consumare in casa dopo il lavoro, per scaldarsi un po’.

Molto spesso si fa ricorso ai piatti poveri della tradizione alcuni dei quali si cucinano anche in breve tempo e sono utili nel riciclo degli avanzi. Si pensi ad esempio al minestrone nel quale possiamo aggiungere tutti gli ortaggi e i legumi che abbiamo in frigo ed anche il pane secco perfetto per dei crostini di accompagnamento. Un piatto poverissimo e veramente molto semplice da preparare è anche il semolino. Gustoso e nutriente è l’ideale per bambini ed anziani ma essendo molto saporito e anche rapido da preparare è consigliato anche alle persone adulte.

Per cucinare una buona minestra di semolino:

preparate un po’ di brodo vegetale o di carne. Per la preparazione di due porzioni occorrono 160 gr di farina di semola e due litri di liquido. Se vi è avanzato un poco di brodo da una precedente preparazione ma non è sufficiente allungatelo con dell’acqua.

Infine se avete fretta, aiutatevi con un dado da cucina oppure utilizzate solo acqua leggermente salata.

Scaldate i due o più litri di liquido che avete scelto e quando, il brodo o l’acqua, raggiungono il punto di ebollizione aggiungete il semolino a pioggia con una mano mentre con l’altra mescolate. È importante versare il semolino in questo modo perché solo facendo così non correrete il rischio di formare grumi ed otterrete un composto molto cremoso ed omogeneo. Continuate a mescolare fino a fine cottura così non si attacca al fondo della pentola. La cottura del semolino è molto rapida, circa 10 minuti.

Una volta cotto impiattate aggiungendo abbondante parmigiano e un filo d’olio EVO a crudo. Se siete sicuri che il parmigiano piace a tutti i commensali potete aggiungerlo anche in pentola a fine cottura, a fuoco spento.

Il semolino si presta inoltre a numerose preparazioni torte, dolci, minestre, gnocchi, zeppole, crocchette, ecc.. ed è eccellente anche per fare le panature per i fritture dorate e croccanti.