Come preparare la carbonara

La pasta alla carbonara è un piatto molto gustoso e nutriente, tipico della cucina romana.
Nonostante oggi sia conosciuto come piatto romano, ci sono delle teorie che sostengono una differente origine di questo piatto.
Molti sono concordi nell’attribuirgli un posto nella tradizione contadina e pastorale, in particolare di quella abruzzese, ma non mancano le teorie più “romantiche” , come quella che lo associa ai carbonari di metà ‘800, oppure al nobile napoletano Ippolito Cavalcanti.
Una teoria molto accredita è, inoltre, quella della nascita del piatto durante la seconda guerra mondiale, dato che i due ingredienti principali, ossia pancetta e uova, sono tipici del nutrimento dei soldati americani, giunti a Roma a metà del secolo scorso per liberare l’Italia dal nazismo.
Tuttavia, la pancetta non è contenuta nella ricetta che è stata tramandata: al suo posto c’è il guanciale, leggermente meno grasso e più delicato.
Esistono numerose versioni “riadattate” della ricetta; molte di esse prevedono l’utilizzo della panna al posto dell’uovo, ma in questo modo si cambia completamente il sapore del piatto. C’è poi, chi preferisce prepararla con i bucatini o con i rigatoni o con le penne, tuttavia gli spaghetti si prestano meglio ad abbracciare il condimento.
Tra le versioni rivisitate, c’è la carbonara vegetariana e vegana, e quella con le verdure, ad esempio con i carciofi; c’è, inoltre, chi non gradisce il gusto forte del pecorino, e lo  sostituisce con il parmigiano.
Ecco la ricetta originale degli spaghetti alla carbonara:

400 gr di spaghetti
200 gr di guanciale
100 gr di pecorino romano grattugiato
4 tuorli
Olio
Sale e pepe

Per prima cosa si mette sul fuoco una pentola per gli spaghetti, con abbondante acqua poco salata. Mentre si aspetta che l’’acqua bolla, si prepara il guanciale, tagliandolo a listerelle; successivamente si mette a cuocere, senza olio, in una padella antiaderente, quando diventa croccante, si toglie dal fuoco.
A questo punto si dovranno sbattere i tuorli, in una ciotola, incorporando il pecorino e un po’ di pepe; si mescola il composto con la frusta, per farlo amalgamare e dargli corpo.
Dopodiché, al composto si aggiungerà anche il guanciale, e, appena la pasta sarà pronta, si scolerà e si metterà nella ciotola con gli altri ingredienti, girando energicamente per farla impregnare.
Gli spaghetti alla carbonara si servono immeditamente.