Come preparare lo spritz

Lo spritz è un preparato dalla bassa gradazione alcolica, immancabile sui tavolini di un bar, accompagnato da salatini, noccioline e patatine, nei locali e nei pomeriggi  trascorsi insieme agli amici. L’ usanza dell’ happy hour, diffusissima soprattutto negli ultimi anni, vanta in realtà origini antichissime ( diciassettesimo secolo!) e la nota bevanda è sicuramente la più richiesta. Se avete voglia di prepararla voi stessi, magari per organizzare un aperitivo sulla vostra terrazza, vediamo come preparare lo spritz:

procuratevi per prima cosa 1 parte di aperol, una di seltz ed una di vino bianco e delle arance.

Cominciate quindi la preparazione tagliando le arance a  fette, di cui utilizzeremo metà fetta per ogni bicchiere, poi in ogni bicchiere disponete del ghiaccio,  a cubetti o tritato ( per un tocco di classe potreste adoperare del ghiaccio che avrete disposto in formine con disegni particolari), quindi mettete in ogni bicchiere una fettina di arancia ( o di limone o un’ oliva,  a seconda dei gusti), poi versate una parte di aperol, una parte di seltz ed una parte di vino bianco, preferibilmente secco, poi mettete una cannuccia abbastanza rigida, ed aiutandovi con la stessa, mescolate la bevanda. Se i vostri ospiti hanno gusti difficili e sono particolarmente esigenti, potreste anche effettuare qualche sostituzione che possa incontrare il gusto di tutti ( o portare in tavola diverse varianti al tema), ad esempio potreste sostituire il vino bianco con del prosecco, oppure l’ aperol con del limoncino, oppure il seltz con dell’ acqua frizzante. Questa bevanda come avrete visto è semplicissima da preparare, ma non dimenticate di servirla accompagnata da olive verdi dolci, frutta secca e  patatine, attenzione a  queste ultime affinchè non siano troppo salate o speziate, ricordate che l’ eccesso di sale e comunque i sapori troppo forti in generale, stridono con il sapore dolce-amaro dello spritz.