Come prepararsi al parto

Sei arrivata alle ultime settimane di attesa. Stai vivendo giornate piene di emozioni, talvolta anche contrastanti come la gioia della maternità contornata dalla paura del parto. Il conto alla rovescia è iniziato, ora bisogna solo capire come prepararsi al parto.

E’ importante non ridurre i preparativi agli ultimi giorni, bisogna arrivare al parto nel modo più rilassato possibile, per questo si sfruttano le ultime settimane, per iniziare controlla gli articoli per il bambino e acquistate ciò che manca. Se hai un giardino o degli animali domestici, assicurati che durante la tua assenza ci sia qualcuno a occuparsene. Prepara la borsa per l’ospedale e continua a fare il tuo esercizio prenatale (praticare yoga, camminare, nuotare…). Quando prepari la borsa, insieme alle pantofole e gli abiti per l’ospedale, non dimenticare un reggiseno per l’allattamento. Potrebbero servirti anche accessori come caricabatterie per cellulari e fotocamera.

Per prepararsi al parto bisognerà essere pronte ad affrontare il dolore. Consulta il tuo medico e chiedigli di informarti sui vari metodi di gestione del dolore. Ciò non include solo farmaci ma riguarda soprattutto la postura, massaggi, respirazione ed esercizi.

Decidi se partorire con l’epidurale o il parto naturale, inoltre scegli chi deve essere avvisato: al momento della nascita, il tuo partner chi dovrà chiamare? Dopo aver fatto tutti gli opportuni scongiuri, tieni in considerazione che potrebbero esserci imprevisti, niente allarmismi, ma è meglio essere sempre consapevoli: se durante il travaglio le contrazioni non basteranno da spingere fuori il bambino, quale metodo di parto assistito preferisci? Forcipe o ventosa? Si tratta di procedure ormai molto semplici che ti aiuteranno durante la fase finale del parto vaginale. Chiedi anche questo al tuo ginecologo così potrà consigliarti al meglio, nell’evenienza, quale procedura scegliere.

Quando siamo agli sgoccioli e il conto alla rovescia si appresta a finire, per rilassarti, prenota un massaggio specifico per le donne in dolce attesa.

Come prepararsi al parto, come comportarsi con il primo figlio.
Se hai già un primogenito, in età evolutiva, allora dovrai rassicurarlo. Stai per andare all’ospedale e i bambini associano l’ospedale al malessere. Va bene rassicurare il bambino con le parole ma meglio farlo con gesti concreti: mostra a tuo figlio le foto di quando eri in attesa di lui. Fagli vedere le foto di famiglia come quelle di cugini e parenti, come sono cresciuti insieme e quanto si sono divertiti. In tal modo il primogenito capirà che si tratta di una cosa naturalissima e si sentirà più rilassato riguardo al cambiamento che sta per arrivare. E’ utile anche sfruttare le fiabe: raccontagli delle storie di avventura dove i protagonisti sono due fratelli così il primogenito sarà più desideroso di abbracciare il nuovo arrivato.