Come prevenire e curare le allergie alla muffa

La muffa è un fastidioso organismo che prolifera quando c’ è caldo  e umidità, è  un tipo di fungo che cresce in filamenti e si riproduce tramite spore. Queste spore sono presenti nell’aria e finiamo per respirarle. Questo può fare innescare una reazione allergica che può causare sintomi come starnuti, prurito, naso che cola, irritazione agli occhi, tosse, congestione e asma. In soggetti particolarmente sensibili, l’esposizione prolungata può portare ad una scarsa risposta immunitaria e a malattie polmonari progressive. Lievi sintomi di allergia alla muffa non sono generalmente pericolosi per la vita, ma possono influenzare la qualità della vita. I sintomi variano da persona a persona e variano da lievi a gravi. Alcuni possono avere sintomi tutto l’anno o sintomi che divampano solo in determinati periodi dell’anno, come ad esempio quando piove molto. Il problema con i sintomi di allergia alla muffa è che spesso all’ inizio, vengono scambiati per un raffreddore dal momento che i sintomi possono essere molto simili. Con l’aiuto di un cambiamento nello stile di vita, rimedi naturali  e norme  igieniche, è possibile eliminare efficacemente i sintomi debilitanti. Tuttavia, è anche necessario adottare misure per risolvere il problema della muffa per prevenire future epidemie di allergia. Vediamo nel dettaglio allora come prevenire e curare le allergie  alla muffa:

l’ aglio è uno dei più potenti agenti antifungini naturali e includerlo nella vostra dieta è uno dei modi migliori per ridurre il rischio di soffrire di allergie della muffa . Inoltre, l’aglio è una buona fonte di quercetina, un antistaminico naturale che può aiutare a ridurre la gravità dei sintomi dopo l’esposizione alla muffa. Masticare 2 o 3 spicchi d’aglio crudo al giorno per combattere i vari sintomi di una allergia alla muffa. Anche lo zenzero è efficace nel ridurre i sintomi, come la congestione nasale, il naso che cola, la tosse e anche un mal di testa  dovuto alla muffa. Bere 2 -3 tazze di tè allo zenzero al giorno per un recupero più rapido.  Valutate con il consenso del vostro medico di prendere degli integratori di vitamina D, in quanto è utile anche per prevenire le allergie della muffa. Chiaramente poi dovrete andare a pulire e disinfettare tutte quelle  zone in cui vi è la muffa, con prodotti specifici.