Come pulire il cristallo

Il cristallo è un materiale molto delicato e brillante, considerata dai più di pregio, esso infatti quasi alla pari dei diamanti ha la capacità di produrre mille sfaccettature di luce e colore  a contatto con i raggi solari o anche con le luci artificiali. Con il cristallo, che può essere più o meno pregiato, vengono realizzati molti oggetti come monili, ma  anche oggetti d’ arrendo, come bomboniere e sculture e soprattutto bicchieri.   A seconda dell’ utilizzo che si fa di questi oggetti, il cristallo di usura inevitabilmente, ma è possibile rallentare questo naturale processo, adottando i giusti accorgimenti, vediamo quindi insieme come pulire il cristallo:

bisognerà fare una pulizia  ordinaria ed una straordinaria dei vostri oggetti di cristallo al fine di preservarli al meglio. Quindi li spolvererete almeno una volta  a settimana e li pulirete a fondo almeno una volta  al mese, anche se questi sono riposti con cura in vetrinette o armadi, infatti anche se più lentamente essi sono comunque esposti alla polvere ed al fumo. Procedete  a spolverarli con un panno morbido, oppure se si tratta di oggetti molto piccoli, con punti in rilievo o scanalature, allora vi munirete di un pennello a setole morbide e li spolvererete a dovere. Per quanto riguarda la pulizia più accurata che effettuerete una volta  al mese, sappiate che è possibile  acquistare in commercio dei prodotti appositi  ma spesso  anche un semplice prodotto per la pulizia dei vetri può risultare molto aggressivo per il cristallo, soprattutto se questo e sottile e di buona qualità. Meglio quindi adoperare del comune aceto bianco.  Prendete tutti gli oggetti che intendete pulire e lucidare ed accantonateli su di un piano maneggiandoli con estrema cura data l’ estrema fragilità, quindi, immergete dei batuffoli di cotone idrofilo ( o dischetti per struccarsi) in un composto di  acqua ed  aceto, strizzatelo e con molta delicatezza passatelo sui vostri oggetti, precedentemente spolverati. Asciugate poi con un panno pulito.