come pulire il marmo macchiato

Il marmo è da considerarsi un materiale pregiato ed una casa dotata di pavimentazioni o piani d’ appoggio di questo materiale, ha sicuramente un valore aggiunto e contribuisce ad’ estetica molto gradevole ed accogliente della propria abitazione. Il marmo può essere di vari colori e diversificato in base ai minerali che lo compongono, questi ultimi inoltre contribuiscono alla maggiore o minore resistenza del materiale in questione. Chiaramente, nonostante si tratti di un materiale molto resistente, anche il marmo non è esente dall’ usura, che ne compromette la lucentezza nel tempo e dalle macchie, che possono capitare accidentalmente a chiunque. Vediamo nel dettaglio allora come pulire il marmo macchiato:

per la pulizia ordinaria del marmo, basterà pulirlo con acqua e sapone di Marsiglia, questa soluzione va anche bene per le macchie poco estese di sugo, frutta o grasso. Dopo la pulitura, lucidate il marmo con u panno di lana. In caso di piccoli graffi da usura ed incrostazioni potreste adoperare cera vergine e acquaragia imbevendo un panno da sfregare sulla superficie in questione. Se sul vostro pavimento o ripiano di marmo invece si fossero formate delle macchie di olio, potreste eliminarle con la trielina, se invece l’ olio vi è appena caduto, potrete recuperare presto al “danno” passandoci sopra un panno bagnato. Se la macchia in questione invece è di caffè, vi stupirete nel rimuoverla facilmente con del succo di limone e del sale da cucina fino. Se l’ alone invece è dovuto all’ aver appoggiato una pentola o una macchinetta per il caffè bollente, allora per eliminarla potreste utilizzare il sapone di Marsiglia oppure, in caso di aloni particolarmente resistenti, dovreste usare una soluzione di candeggina ed acqua ( 2 cucchiai di candeggina per un litro d’ acqua). Se vostro marito o voi stesse, avete dimenticato una sigaretta accesa sul ripiano di marmo della cucina, potreste eliminare l’ alone di bruciatura con del succo di limone puro.