Come pulire il piano cottura e i fornelli

Pulire il piano cottura ogni giorno è l’unico modo per garantire un’ottima durata alla nostra cucina poiché sappiamo bene che più passa il tempo e più lo sporco è difficile da togliere.

E’ noto che i piani cottura sono fatti di diversi materiali, più o meno delicati, e sulla base di ciò dobbiamo fare attenzione a non rovinarli con graffi e quant’altro.
La prima cosa da fare è scegliere prodotti appositi e gli strumenti adatti. E’ consigliabile usare sempre panni morbidi e non “grattare” mai con la parte ruvida della spugna o addirittura con la retina metallica.
Nella scelta del detersivo è bene evitare prodotti abrasivi, e optare sempre per detergenti neutri.
Se avete un piano cottura in acciaio o in vetroceramica, la candeggina è assolutamente vietata.

Come pulire il piano cottura

Se si tratta di uno sporco “fresco” basterà semplicemente passare un panno morbido imbevuto di detersivo su tutto il piano, risciacquare ed asciugare; mentre se abbiamo a che fare con macchie incrostate sarà necessario intervenire più a fondo.
In questo caso versate sulle macchie acqua e detersivo, oppure acqua e bicarbonato, e lasciate in posa per 10 minuti prima di passare il panno.
Se avete un piano cottura in acciaio fate attenzione ad usare la massima delicatezza per non lasciare graffi e passate acqua e aceto per lucidarlo.
Il piano in vetroceramica è ancora più delicato e va pulito sempre dopo aver cucinato, mediante l’uso di spugne morbide.
Se si verificano delle incrostazioni potete usare il raschietto per il vetro.

Come pulire i fornelli

Anche i fornelli hanno bisogno delle cure necessarie per funzionare bene, tuttavia questa operazione in linea di massima può esser fatta una volta a settimana.
Togliete i fornelli dal piano cottura e immergeteli in acqua calda e aceto bianco per circa 15 minuti, dopodichè pulite con un panno morbido e asciugate bene per evitare che questi arruginiscano.
Per una pulizia perfetta è necessario pulire bene tutti i fori con l’aiuto di uno stuzzicadenti.
Per esser certi di averli puliti correttamente rimontate il tutto e lasciate accesa la fiamma per un po’ per assicurarvi del corretto funzionamento.