Come pulire il terrazzo

Una casa dotata di un terrazzo spazioso e ben curato, ha senza ombra di dubbio, un fascino maggiore rispetto ad un appartamento munito di un semplice balconcino. Purtroppo, però, non tutti hanno la fortuna di possederne uno. Un terrazzo può essere sfruttato in molti modi, come ad esempio, per organizzare rilassanti pranzi o cene all’aperto in compagnia di amici e parenti, o meglio ancora, per prendere un po’ di sole durante le torride giornate estive, restando comodamente a casa. Ovviamente, come qualsiasi altro luogo della casa necessita di essere pulito a fondo, ma per sistemarlo decentemente, senza inutili sforzi e perdita di tempo, da dove bisogna iniziare? La breve guida fornitavi qui di seguito, vi spiegherà passo passo, alcune semplici, ma utili tecniche per avere un terrazzo sempre accogliente e vivibile.

Allora, bando alle ciance e cominciamo:

Se lo scopo è quello di ottenere dei risultati ottimali, è di fondamentale importanza assicurarsi di essere in possesso del giusto occorrente, ovvero: di una scopa a vapore, di uno spazzolone, di una scopa di saggina o da esterni, di qualche straccio e di ottimi detergenti smacchianti specifici per esterni.

Appurato ciò, preoccupiamoci di recuperare tutti gli oggetti sparsi in giro, perlustrando ogni angolo del nostro terrazzo, poi con la scopa di saggina spazziamo accuratamente il pavimento e le ringhiere.

Per evitare di creare eventuali e spiacevoli danni, selezioniamo bene i prodotti più idonei al tipo di materiale di cui è composto il pavimento, dopodiché, procediamo con un energico lavaggio.

Qualora il rivestimento fosse in cotto, lavarlo semplicemente con una soluzione di acqua e aceto.

Preferire detersivi a base di ammoniaca, perfetti per eliminare polvere, smog, e fuliggine.

Per rimuovere eventuali macchie di calcare depositato da vasi e ristagni d’acqua, procedere versandovi sopra un anticalcare, perfetto per sciogliere in profondità i depositi atmosferici e le incrostazioni.