Come pulire l’ ombrellone da mare

L’ estate è ormai finita e con un pò  di tristezza nel cuore ci troviamo  a dover riporre l’ ombrellone da mare che ormai non ci serve più. Questo utile “compagno” da spiaggia, molto utile per proteggerci dal sole ed evitarci eventuali  scottature nelle ore in cui il sole è più caldo, non può essere riposto così come è, o eliminando soltanto i granelli di sabbia, se vogliamo tornare  ad usarlo  anche l’  anno prossimo, infatti, soprattutto se è di metallo, la sabbia, la salsedine e l’ umidità molto probabilmente avranno intaccato sia l’ estetica che l’  aspetto funzionale del vostro ombrellone da   spiaggia. Per salvaguardarlo al meglio quindi, vediamo insieme come pulire l’ ombrellone da mare:

  • Per prima cosa accertatevi che il tessuto sia  completamente  asciutto, se non lo fosse, lasciatelo all’  aria aperta per farlo  asciugare.
  • Procedete, come  accennato, con la rimozione della polvere dall’ ombrellone e dei granelli di sabbia, presenti sul tessuto e nel tubo, servendovi magari di un aspirapolvere, che sicuramente garantisce una pulizia più  accurata.
  • A questo punto siete pronti per pulire l’ ombrellone da mare con della trielina o un detergente neutro che verserete su di un panno in microfibra imbevuto d’  acqua e strizzato.  Nel caso in cui le macchie fossero particolarmente ostinate, non strofinate eccessivamente rischiando di graffiare l’ ombrellone, ma aiutatevi con del limone oppure dell’ aceto.
  • Se le parti in metallo sono usurate, sarà opportuno riverniciarle e passare dell’  antiruggine, poi lasciate  asciugare per  almeno 24 ore, evitando il più possibile di non farci  aderire polvere o  altro.
  • Spolverate e passate l’  aspirapolvere sui tessuti  e se è possibile smontare questa parte, lavatela in lavatrice, ed infine attorcigliandoli con cura, riponete l’ ombrellone nell’ apposita custodia ( se vi è stata data in dotazione), oppure utilizzate una busta per coprire e proteggere il vostro ombrellone da probabili muffe.