come pulire la bigiotteria

La bigiotteria è l’ insieme di tutti quei monili di scarso valore che utilizzano sia le donne che gli uomini di tutto il mondo, come alternativa ai gioielli di valore, realizzati con argento, oro o platino, magari con l’ aggiunta di pietre preziose. Come facilmente intuibile, la bigiotteria ha un valore notevolmente inferiore a ai gioielli tradizionali e chiaramente anche la durata nel tempo di questi oggetti ( generalmente orecchini, anelli, bracciali, collane e gemelli) cambia. Anche se non valgono molto perchè non realizzati con materiali nobili può capitare che ci si affezioni notevolmente ai propri monili e li si utilizzino anche per molto tempo, pertanto prima o poi si avvertirà l’ esigenza di pulirli. Vediamo nel dettaglio allora come pulire la bigiotteria:

per pulire i vostri oggetti procedete versando in un pentolino dell’ acqua e del bicarbonato di sodio e portatelo sul fuoco per farlo riscaldare ( ma non bollire) ed immergetevi la bigiotteria all’ interno per qualche minuto, poi prelevatela dal liquido ed asciugateli con un panno morbido in microfibra, chiaramente se i vostri monili hanno parti di legno o plastica evitate questo trattamento che potrebbe essere troppo aggressivo, ma preferite una pulizia diversa, ovvero immergete un panno in acqua e detersivo, strizzatelo e poi passatelo sugli oggetti in questione. In alternativa potrete immergere la vostra bigiotteria nell aceto, nel quale la lascerete in ammollo per un’ ora, c’ è anche chi ottiene ottimi risultati sfregando sulla superficie dei propri monili un pomodoro o un limone, per poi risciacquare in acqua ed asciugare con un panno morbido. Chiaramente in base alla resistenza del materiale dei vostri oggetti valuterete quale metodologia è più idonea. Infine, se desiderate lucidare la vostra bigiotteria potrete spennellarla in ogni singolo punto, dopo averla spolverata e poi lavata come suggerito in precedenza, con dello smalto trasparente.