Come pulire la fragranite

La fragranite è un materiale usato per creare lavandini, formato da particelle di granito agglomerate fino a formare una superficie liscia e uniforme. L’uso di questo tipo di lavandini può ridurre notevolmente i residui di calcare, batteri e particelle di cibo, con notevole miglioramento del livello di igiene.
La fragranite visto l’alto contenuto di granito (circa l’80%) ha una enorme solidità e resistenza all’urto, ai graffi ed è in grado di resistere a temperature fino a 280°C.
Pur non essendo soggetto a macchie di calcare come i classici lavandini in metallo, comunque si possono creare incrostazioni e macchie di varia natura.
Infatti la pulizia giornaliera risulta essere fondamentale per il mantenimento di questo materiale nel tempo. Per eseguirla correttamente si possono utilizzare semplicemente sapone per piatti e bicarbonato, passandoli delicatamente su tutta la superficie con una spugnetta medio abrasiva, dopodiché bisogna solo risciacquare.
Un altro metodi molto efficace è quello di riempite di acqua calda e aggiungere del detersivo per lavastoviglie e lasciare agire per circa 25 minuti, alla scadere fate scorrere e poi risciacquate abbondantemente passando una spugnetta medio abrasiva.
Qualora dovessero esserci macchie o incrostazioni più difficili da togliere potrete usare una spugnetta medio abrasiva e con l’utilizzo candeggina diluita o alcool e passarlo sulle macchie.
È importante sapere che non vanno mai utilizzati per pulire superfici in fragranite prodotti come acido muriatico, ammoniaca, soda caustica, o comunque in generale prodotti alcalini.
Da ciò ne consegue che dobbiate fare molta attenzione nel caso si debbano sturare i tubi, utilizzando prodotti acidi, e che questi non entrino mai a contatto con la fragranite.
Seguendo questi piccoli consigli farete si che il lavello sarà sempre perfetto anche per tutti coloro che non hanno molto tempo per far sì che ciò avvenga.