Come pulire la moka

La moka, o caffettiera, come in molti siamo soliti definirla, è quella macchinetta che ci consente di preparare il caffè, bevanda di cui, soprattutto noi italiani non riusciamo assolutamente a fare a meno, specialmente la mattina, quando necessitiamo di una sferzata di energia per ricaricarci. Dopo l’ utilizzo della moka, chiaramente questo prezioso utensile sarà sporco ed avrete la necessità di pulirlo. A riguardo vi sono due filoni di pensiero, c’è infatti chi sostiene che la moka vada semplicemente lavata con acqua e null’ altro, in quanto qualsiasi sostanza o detersivo chimico potrebbe alterare il buon sapore del caffè. L’ altro filone di pensiero ritiene invece che la macchinetta del caffè vada comunque pulita a fondo per ovvie ragioni igienico-sanitarie. In realtà vi è anche una terza da strada da poter percorrere, vediamo insieme allora come pulire la moka:

 

la terza soluzione accennata, riguarda l’ utilizzo di sostanze naturali dall’ alto potere pulente, le quali non danneggiano l’ ambiente e una volta utilizzate per pulire la macchinetta del caffè, non alterano il gusto e l’ aroma del caffè quando andrete a prepararne un altro. Per quanto riguarda la parte esterna della moka potrà essere banalmente lavata con acqua e aceto e poterete tranquillamente strofinarla con la spugnetta per i piatti, poi se notate che nella parte inferiore, quella cioè che è direttamente a contatto con il fuoco, risulti annerita, potrete sfregarla con la spugnetta abrasiva, imbevuta di aceto puro. Per quanto riguarda la pulizia di filtro e guarnizione dovremo prestare un po’ più d’ attenzione, lasceremo pertanto il filtro in ammollo in acqua molto calda diluita con aceto, per liberare ogni foro da eventuali incrostazioni, poi dopo una mezzora risciacquerete sotto il getto dell’ acqua. La guarnizione invece dovrà esser strofinata con un panno inumidito con aceto. La parte interna della moka potrà esser lavata con acqua e aceto e poi risciacquata con cura.