Come pulire la zucca

Che si tratti di preparare un gustoso risotto o di intagliare un mostruoso viso per Halloween, la pulizia della zucca è un’operazione fondamentale da dover eseguire nel migliore dei modi. Vediamo allora insieme come pulire correttamente la zucca, passo dopo passo. 

Pulire la zucca passo dopo passo

Per pulire una zucca è necessaria procurarsi, oltre ovviamente alla zucca, un coltellino molto affilato, un cucchiaio, un coltello normale da pane, di quelli lunghi e seghettati, una ciotola e degli strofinacci.

Tutto questo materiale vi servirà sicuramente se avete sottomano una zucca di grandi dimensioni, da dover scavare in profondità e dunque ci sarà da lavorare e da sporcarsi.

Pronti? Vediamo come procedere.

Per prima cosa dobbiamo lavare la zucca sotto l’acqua corrente, rimuovendo tutte le impurità presenti nella parte esterna. Asciughiamola poi con un panno asciutto e poniamola su di un piano di lavoro rigido e ben liscio per poterla tagliare.

Come? Con un buon coltello, pratichiamo un taglio netto e deciso, tagliando la zucca a metà. Se le due metà dovessero essere ancora troppo grandi, possiamo tagliare nuovamente ogni pezzo, in modo da avere delle porzioni di zucca su cui operare comodamente senza rischiare di rimetterci le dita.

Una volta tagliata la zucca, passiamo a rimuovere con un cucchiaio la polpa interna, quella liquida, assieme ai vari semi e filamenti. Questa è un’operazione molto ‘sporca’, dunque scavate bene e cercate di non sporcare troppo in giro. Scherzi a parte, potete in questa fase mettere da parte i semi di zucca, per altri utilizzi.

Detto ciò, ripassiamo la zucca sotto l’acqua corrente dalla parte della buccia, per eliminare altri residui. Asciughiamo e iniziamo nuovamente ad intagliare.

Creiamo dei dadini servendoci di un coltellino affilato, con il quale eliminiamo anche la buccia, salvando la polpa in una ciotola. Tutto qui.

Ricordate di fare pezzi grossomodo delle stesse dimensioni, onde evitare, se li conservate in frigo, di fargli fare una brutta fine…