Come pulire l’alluminio

Non tutti gli oggetti in alluminio sono uguali, così come diversi potrebbero essere i metodi relativi a come pulirli o lucidarli. Altra distinzione importante da fare è quella fra l’alluminio con funzione alimentare o meno. Non tutto lo sporco è uguale e dunque, per problemi di differente tipologia, avremo differenti tipologie di soluzione. Vediamo come pulire l’alluminio.

Come pulire gli oggetti in alluminio?

Gli oggetti in alluminio a contatto con temperature esterne, come ad esempio gli infissi, si ossidano molto facilmente rispetto a quelli che stanno in casa.

Per pulire gli infissi in alluminio, occore preparare una soluzione.

In una bacinella, versate quattro cucchiai di detersivo per piatti liquido, 100 ml di aceto di vino bianco e 500 ml di acqua.

Passate poi uno straccio imbevuto con questa soluzione sugli infissi in alluminio e lasciate agire per qualche minuto. Risciacquate e asciugate con un altro panno.

Alcuni puliscono l’alluminio degli infissi solo con sapone di Marsiglia, sciacquandolo con acqua e aceto. Altri con una soluzione di alcool denaturalizzato e olio d’oliva.

Per gli oggetti in alluminio che stanno in casa, come pentole e padelle, la cosa è più complessa per via della loro funzione alimentare e per la formazione di una patina bianca.

Cosa fare? Provate a far bollire all’interno della pentola in alluminio da pulire dell’acqua con le scorze di due limoni. A bollore, sevendovi di un cucchiaio di legno da cucina, grattate le parti che erano biancastre.

Se il problema è l’interno che si è annerito con l’uso, fate bollire al suo interno, per quindici minuti, della candeggina pura, dopodiché sciacquate abbondantemente con acqua molto calda; infine, procedente con un lavaggio che del comune detersivo per piatti.

Altri consigli utili su come pulire l’alluminio.

Il bicarbonato di sodio è una mano santa. Basterà sciogliere del bicarbonato in un recipiente con dell’acqua calda, dopodiché passare la soluzione sull’oggetto da trattare e asciugate con la carta da giornale. Anche il succo di limone funziona come antiossidante.

L’allumio si pulisce anche con la cenere, come le nostre nonne usavano fare.

Basta realizzare un composto a base di olio di lino e due cucchiai di cenere, mescolando fino a farlo diventare cremoso ed omogeneo e poi, con un panno morbido, passandolo sull’oggetto di alluminio che, così, risulterà perfettamente lucidato.

Sulle teglie da forno, passate invece una paglietta imbevuta nel latte. Con delicatezza, però!