Come pulire le perle

Le perle, siano esse naturali o coltivate sono il gioiello per eccellenza, esse non hanno epoca e non passano mai di moda, essendo però costituite da materiale calcareo sono molto delicate e soggette ad usura, vi spieghiamo quindi, al fine di farle durare a lungo nel tempo come pulire le perle e prendervene cura:

  • Il primo accorgimento utile  a conservare nel tempo colore e lucentezza delle perle è quello di conservarle nella maniera giusta in quanto queste sono molto sensibili ai cambiamenti climatici. Riponetele quindi con cura in un contenitore trasparente che sia morbido in quanto se dovessero urtare tra loro oppure contro le pareti del contenitore le vostre perle si scheggerebbero in quanto sono fatte di un materiale facilmente deteriorabile.
  • Evitate di conservare le vostre perle in cassaforti o cassetti in quanto il buio favorisce l’ingiallimento della gemma, ma preferite riporle in un luogo in cui passa  aria e luce.
  • Evitate per la conservazione delle perle un luogo troppo secco che potrebbe portare all’erosione delle stesse, ma  anche un luogo troppo umido, oppure con forti fonti di luce puntate direttamente sulla perla.
  • Quando le indossate evitate di tenerele insieme ad altri accessori, il contatto con questi altri oggetti infatti potrebbe facilmente graffiarle o addirittura romperle.
  • La temperatura ed il grado naturale di umidità della nostra pelle sono degli “idratanti” naturali per le perle, ma questa regola non vale se indossate creme e/o profumi, quindi se proprio non potete farne  a meno, spalmate la vostra lozione e spruzzate il vostro profumo senza indossare le perle, lasciate asciugare e solo dopo potrete indossarle per evitare di macchiarle.
  • Spolverate le perle quotidianamente con un panno soffice in microfibra, senza trascurare lo spazio tra una perla e l’altra.
  • Ogni paio di anni è opportuno idratarle in maniera profonda, strofinandole delicatamente con un panno imbevuto  con poco olio di oliva.