Come pulire un balcone

La casa se non pulita correttamente può trasformarsi in un ricettacolo di sporco e germi, va pertanto igienizzata in ogni sua zona, non va trascurato nulla, anche i balconi ad esempio, nonostante si trovino all’ esterno dell’ abitazione, vanno tenuti sempre molto puliti, per evitare che si accumuli dello sporco che potrebbe entrare anche in casa. Vediamo quindi in particolare come pulire un balcone:

Esistono vari modi per poter pulire un balcone, più o meno efficaci ed a prescindere dal metodo prescelto, l’ importante è prestare massima attenzione affinchè la polvere, l’ acqua ed eventuali tracce di detersivo non finiscano sui balconi degli altri abitanti del palazzo. Una prima tecnica di pulizia può essere effettuata mediante  un panno in microfibra inumidito con acqua, che verrà bucato al centro per consentire allo spazzolone di essere inserito nel mezzo, per agevolarvi nelle operazioni di pulizia, poi lo passerete su tutta la superfice pavimentata del balcone in modo tale che tutta la polvere depositata rimanga intrappolata nel panno in microfibra, in questo modo eviterete anche molto bene la caduta di polvere al piano di sotto. Probabile che si renda necessario risciacquare il panno più volte sotto l’ acqua, a  seconda dell’ estensione del balcone. Al posto dell’  acqua potrete utilizzare anche dell’ alcool denaturato, il quale oltre ad intrappolare la polvere, disinfetterà anche molto bene. In alternativa per un lavaggio più accurato potrete prima spazzare per bene con la scopa e raccogliere la polvere con una paletta, con movimenti che vadano dall’ esterno ( dov’è situata la ringhiera) all’ interno e poi lavate a  terra con lo spazzolone ed un panno in microfibra  intriso di  acqua e detersivo, seguendo gli stessi movimenti indicati in precedenza. Chiaramente prima di eseguire queste operazioni di lavaggio dei pavimenti, se necessario, spolvererete anche con cura la ringhiera del balcone.