Come purificare l’ aria di casa

All’ interno di un’ abitazione, soprattutto se neo-ristrutturata può capitare che l’ aria respirata non sia proprio salubre. Sono diverse le sostanze volatili che possiamo trovare all’ interno di una casa, talune anche nocive e che possono portare diversi problemi.

In natura però esistono alcune piante che possono aiutarci a risolvere questo problema essendo in grado di assorbire le agenti inquinanti, riducendoci pertanto il rischio di asma, irritazioni alla gola, mal di testa, nervosismo ed allergie.

Gli agenti inquinanti maggiormente incriminati sono  le  vernici, i collanti, i prodotti per la pulizia, il fumo e perfino la cottura dei cibi ed i televisori. Fortunatamente esistono alcune piante che possono venire in nostro aiuto. Vediamo insieme allora come purificare l’ aria di casa:

Il  ficus ad esempio è una pianta molto utile ad assorbire  formaldeide, pensate, addirittura fino a 12 microgrammi di formaldeide all’ ora! Anche L’Edera variegata svolge lo stesso egregio compito del Ficu, ma  non richiede particolari cure. In alternativa potreste scegliere anche l’ aloe, le cui foglie saranno anche in grado di fornirvi il prezioso succo e non  necessita di particolari cure. Anche l’ anthurium, molto gradevole anche esteticamente è molto  utile a purificare l’ aria di casa. La dieffenbachia è una pianta in grado di assorbire formaldeide, toluene e xylene. La dracena marginata è  in grado di rimuovere dall’ambiente circa 10 microgrammi all’ ora di xilene e toluene. La sansevieria assorbe alcool, acetone, benzene e piccole quantità di formaldeide e xylene, però richiede molte cure. Lo spatifillo rimuove notevoli quantità di acetone dall’ambiente, fino a 19 microgrammi per ogni ora, perfetta quindi per le onicotecniche o per chi è solita togliere e mettere smalto spesso. Le orchidee assorbono lo xylene ma richiedono molte cure. Il Pothos rimuove il monossido di carbonio dalle nostre case, quindi perfetta per i fumatori.