Come rendere l’acqua potabile

L’ acqua è un bene primario senza il quale non è possibile la vita del regno vegetale né animale purtroppo limitato, nel senso che scarseggia e nonostante questo allarmante pericolo, una parte del mondo continua a sprecare acqua, mentre un’ altra parte non è ha neppure a sufficienza per berla. Molto spesso quando si viaggia può capitare nell’ incappare nella scritta che indica che l’ acqua non è potabile, infatti molto spesso si tratta di una triste realtà dove alcuni paesi ha difficoltà legate all’ approvvigionamento di acqua, altre volte è solo una trovata per indurvi ad acquistare l’ acqua in bottiglia, in realtà, anche al fine di evitare gli sprechi, vi è una soluzione, vediamo dunque come rendere l’ acqua potabile:

per rendere l’ acqua in questione sicura vi occorreranno un recipiente (come una bottiglia di plastica) ed un ritaglio di tessuto in cotone ( anche una maglietta andrà bene) e cominciate tagliando la vostra bottiglia a circa 3 cm dal tappo, quindi riempitela con l’ acqua che intendete depurare, poi arrotolate il panno su stesso ed infilatene un primo capo nella bottiglia e l’ altro capo invece dovrà toccare direttamente la fonte dalla quale state attingendo l’ acqua, e quindi sarà posizionato più in alto e lasciate così per almeno una notte intera, in questo modo, l’ acqua attraverso il panno raggiungerà il contenitore per la raccolta ed otterrete in questo modo un filtraggio dell’ acqua, la quale sarà in questo modo privata di sabbia, ghiaia o eventuali tracce di terreno. Dopo aver filtrato l’ acqua, non sarà ancora potabile, dovremo infatti eliminare i microrganismi che potrebbe contenere, attraverso la bollitura del prezioso liquido per almeno 5 minuti ( dal raggiungimento del bollore). Infine, se lo si preferisce, si può riempire una bottiglia di plastica con l’ acqua che si intende rendere potabile e ma trasferita in una pentola, contenente dell’ altra acqua che bolle e lasciarla in immersione per qualche minuto, prima di consumarla