come restaurare un quadro antico

Restaurare un quadro è un’ operazione abbastanza complessa e se il quadro in questione è gravemente danneggiato, può rendersi indispensabile l’ intervento di un esperto del settore per rimetterlo in sesto, soprattutto se si tratta di un dipinto d’ epoca o di valore. Per tutti gli altri casi, ovvero, se si tratta di un quadro dallo scarso valkore ma che semplicemente vi piace molto e desiderate restaurarlo senza troppa paura per le eventuali conseguenze, se non siete esperti, allora cimentatevi pure, seguendo alcuni semplici consigli, che almeno vi eviteranno di peggiorare la situazione, vediamo allora come restaurare un quadro antico:

il primo passo da compiere per restaurare il quadro è pulirlo attentamente sia quotidianamente, sia quando vi rendete conto che il quadro ormai è danneggiato, in particolare dovrete procedere utilizzando un panno in microfibra pulito e molto morbido, da passare delicatamente sia sulla tela che sulla cornice, senza imprimere eccessiva forza. Se per caso vi siete trasferiti ed avete trovato nella vostra nuova abitazione un quadro antico, che era stato li abbandonato e quindi oltre allo strato di polvere superficiale, presenta anche uno strato di polvere “solidificato” ormai divenuto un tutt’ uno con la tela in questione, possiamo procedere imbibendo il panno in una soluzione di acqua, alcool denaturato e qualche goccia di olio extra vergine d’oliva, poi strizzate il panno e passatelo velocemente sulla tela, poi prendete un altro panno pulito ed asciutto, ed asciugate la tela, in questo modo avrete rimosso lo sporto ed idratato la tela. Date anche una controllatina alla cornice dopo averla pulita, accertatevi che le giunture siano ben solide, in caso negativo, con l’ aiuto di un martello, ribattete i chiodi. La parte più difficile consiste nel riparare e restaurare la tela iun caso di crepe di colore, dovrete infatti in un primo momento rimuovere le scagliette pendenti di colore secco, con estrema delicatezza e poi carteggiare tutta la zona circostante, quando avrete terminato questa operazione, dovrete spolverare ed appliacare dello stucco mescolato al colore in tempera che vi occorre, poi quando è asciutto, se notate dei dislivelli, potrete passare un’ altra mano.